Poesie di Rosarita De Martino

Pensionata (da poco tempo), nato giovedì 1 gennaio 1942 (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Rosarita De Martino

La gioia

Inattesa t'incontro
fanciulla incantata
di pace inondata.
Intessuto è il tuo velo
di luce di cielo
e corro, ti vedo
e svelta t'inseguo
ma nel mio cuore diviso
si spegne il tuo sorriso.
Mi scuoto
affidando al mio Dio
i gravami dell'io.
E ricevo in dono
il suo divino perdono.
Ora attesa ti ritrovo
fanciulla incantata
di pace inondata.
Nel mio cuore disarmato
la letizia è ritornata.
Rosarita De Martino
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Rosarita De Martino

    Bellezza rubata

    Nel cielo di cobalto
    biancheggiano
    nuvole a pecorelle.
    Le inseguo, le rubo,
    vi salgo su
    e volteggio sull'Etna,
    superba in suo splendore.
    Raccolgo fili bianchi di pace,
    ridiscendo a valle.
    Il mare freme
    increspandosi
    in candore di spuma,
    ne rubo luccichio di onde.
    Incantata guardo.
    Ora posseggo
    cristalli iridescenti
    che io infilo
    in collana di mia vita.
    Mi rivive dentro
    giovinezza ritrovata.
    Rosarita De Martino
    Composta sabato 31 luglio 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Rosarita De Martino

      Improvvisata orchestra

      Albeggia.
      La città, sazia di fatica,
      dorme ancora,
      mi risveglia
      improvvisata orchestra
      di uccelli canterini.
      Sollecita apro
      finestra di mia vita
      entrando in loro musica incantata.
      Ascolto scroscio di ruscello.
      Contemplo
      candore di monte innevato.
      M'immergo in fremito di foresta
      e, libera da gravami di pensieri,
      m'innalzo
      e Ti raggiungo,
      o mio Dio.
      Finalmente riposo negli infiniti orizzonti
      del Tuo Amore.
      Rosarita De Martino
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Rosarita De Martino

        Quando...

        Quando canto di madre
        ride su una culla
        io scrivo.
        Quando urlo di madre
        geme su una bara
        io scrivo.
        Quando fremito di foresta
        offre silenzio sonoro
        io scrivo.
        Quando gemito di foresta
        piange schianto dei suoi figli
        io scrivo.
        Quando nel sole
        sfrecciano liberi gli uccelli
        io scrivo.
        Quando infame sparo di cacciatore
        li uccide per vile divertimento
        io scrivo.
        Quando i fiori colorati
        mostrano la loro bellezza
        a sguardi indifferenti
        io scrivo.
        Quando il tuo giovane sguardo,
        limpido di luce,
        incrocia il mio
        io sfoglio il libro di mia vita
        e vi scrivo parole
        colorate di speranza.
        Rosarita De Martino
        Composta martedì 13 aprile 2010
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di