Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Rosarita De Martino

Pensionata (da poco tempo), nato giovedì 1 gennaio 1942 (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Rosarita De Martino

Sapori antichi

Oggi è S. Martino
ed io, ricca di anni,
entro
in spazi di mia fraternità.
Mi accolgono sorrisi
e voci amiche.
Cammino e laggiù intravedo
altri volti cari,
immersi
in fumo odoroso
di carne arrostita
su vivida brace.
Intanto dentro i "caliaturi"
le caldarroste scoppiettano gustose.
Ora, nel vasto salone,
festoso di canzoni,
in ceste adorne
di biancore di pace,
profumano i panini.
Ne prendo uno e lo gusto.
E d'incanto mi ritrovo
su lunghe scalinate
del mio paesello montano.
Ma chi m'insegue festoso?
Mi fermo,
guardo,
rido.
Ora mi accolgono,
calde d'amore,
paterne braccia.
E dolci ritornano
antichi sapori
di festa paesana.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Rosarita De Martino

    Lampada di grazie

    Sei Tu, o Maria,
    nostra Madre Santa,
    ed io, ritornando in spazio d'ospedale,
    entro a salutarti
    in tua cappella.
    I tuoi chiari occhi
    profumano di cielo
    e premurosi accolgono
    nostro dolore.
    Attorno attorno
    Ti circondano
    fiori di bellezza,
    rose profumate di fiducia,
    gigli colorati di speranza.
    Io sollecita riaccendo
    mio lumino di fede
    e la fiammella, prima tremula,
    improvvisa riverbera
    in splendore di mia luce.
    Ora fiduciosa aspetto
    che l'albero di mia vita
    rinverdisca
    con nuovi fiori di salute.
    Composta mercoledì 23 novembre 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Rosarita De Martino

      Candore

      In leggerezza di pensieri
      m'innalzo,
      raggiungo l'Etna innevata
      e inebriandomi del suo candore
      respiro senso di pace.
      Ritorno.
      Quaggiù contemplo
      improvvisa fioritura di gelsomino
      che m'inebria
      di candore di bellezza.
      Mentre dentro mi canta ancora
      lo splendore della creazione,
      capto il tuo sguardo
      che, candido di fede,
      mi riporta
      in freschezza di preghiera.
      Composta domenica 13 novembre 2011
      Vota la poesia: Commenta