Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Rosarita De Martino

Pensionata (da poco tempo), nato giovedì 1 gennaio 1942 (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Rosarita De Martino

L'anima delle cose

L'uomo ricco di cose
grandi, ingombranti e senza calore
viaggia senza partire
e si smarrisce
tra i vicoli dell'accumulo
e i divieti della coscienza.
Parla tra sé,
organizza ma non invita,
si meraviglia delle sue tante cose
ma non ha con chi gioirne.
Stolto – dice la Voce –
non potrai goderne
perché sei custode e non autore.
Stolto – dice Dio –
non servono le grandi opere
se sei dentro piccolo.
Stolto – dice – l'Onnipotente,
non rovistare
sulle bancarelle del nulla,
chino con scoliosi dell'anima.
Vivi – dice la voce –
di sole cose si muore.
Composta giovedì 8 agosto 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Rosarita De Martino

    Briglie di libertà

    Nella corsa della vita
    mi vedo ancora
    quale cavallo di razza.
    Nel tempo vari fantini
    non mi hanno domato
    perché marchio
    di provvisorietà
    ha sciolto le mie briglie.
    Oggi, in rinnovato ascolto,
    li accetto
    da Tua mano, o Dio,
    e sento e vedo
    che non solo indirizzano
    la mia corsa
    in verdeggianti praterie
    ma, meraviglia nuova,
    non mi privano
    del sapore amato
    della libertà.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Rosarita De Martino

      Le due madri

      Guardo
      e accoccolata
      su sgangherata cassetta,
      appoggiata al tronco
      di un albero scheletrito,
      vedo una giovane,
      povera, straniera donna.
      È madre e allatta
      il suo bambino.
      Fra cittadina indifferenza,
      tende la mano
      vuota di pace.
      Stridono
      macchine veloci.
      Ma ecco piano avanza
      un'altra donna,
      giovane,
      ricca di pace.
      Spinge colorato passeggino
      e il suo bimbo, sereno,
      dentro vi ride.
      Guardo
      e vedo che si ferma
      sorridendo
      alla straniera donna.
      Ora con inanellate dita
      lieve si china
      e carezza
      delicatamente
      il figlio non suo.
      S'incontrano,
      si capiscono
      le due madri,
      che parlano
      lo stesso linguaggio:
      quello dell'amore.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Rosarita De Martino

        Ma io non riesco

        La piccola Chiara
        serena risposa
        sul seno di sua madre,
        nell'abbandono del suo innocente
        sonno di bimba.
        Ma io non riesco
        a poggiare
        il mio orgoglioso capo
        sul Tuo Cuore
        di Padre e di Fratello.
        Insegnami, o mio Signore,
        perché la mia preghiera
        non è ancora
        finestra sulla vita.
        Lo so, lo sai
        e trepida attendo
        un Tuo segno d'amore.
        Vota la poesia: Commenta