Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Rosanna Tafanelli

Nella palude

Fate silenzio...
È l'ora, una bestia fugace
si avventa senza cuore
e ha gli occhi spenti di una belva
che muore lentamente.

Scende una notte nera dentro me.
Nera, con fredde mani
immerse dentro al cuore
senza pietà di me che tremo e prego.

Strappa pezzi e brandelli
della mia pura essenza
avvolgendo con spire di serpente
l'anima mia sperduta.

Lui più di me ha paura
del baratro del nulla che ha nel cuore
e il mio perdono
è la condanna che lo ucciderà.

E nel silenzio nasce dalla palude
la ninfea rosa della mia coscienza,
pura incontaminata trasparente,
verso una luce che la salverà.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Rosanna Tafanelli

    Lea

    Ha sempre quello sguardo innamorato
    e quel guizzo negli occhi luminosi:
    un bagliore improvviso tra le labbra,
    fanciulla Lea spezzava il cuore a tanti...

    Felice si stagliava inn controluce,
    la figura elegante, il passo altero,
    inconsapevole del fascino sottile
    che emanava soltanto sorridendo.

    Una danza, un sospiro, una parola,
    t'amo, detta dall'uomo più sincero
    e la vita prendeva un nuovo incanto
    tra le mani del suo vero amore.

    Lea sa che vera vita spesa bene
    rende felice chi la vive e l'altro,
    che accanto a lei riverbera il suo amore:
    la sua ricchezza è aver vissuto a pieno.

    L'aureola dei capelli intorno al viso
    ha mutato pian piano il suo colore,
    ma la fanciulla Lea, la nonna Lea
    sorride ancora a chi l'ama veramente.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Rosanna Tafanelli

      Incontro desiderato

      Notte, esterno, stelle...
      Sulla panchina siedo felice e penso:
      ti ho visto uscire, il bavero rialzato,
      il passo svelto, lo sguardo assorto.
      Un lampo nei tuoi occhi, il tuo sorriso, il mio:
      dove, dove ti avevo visto e quanto ti ho aspettato,
      ora, riconosciuta, mi vieni incontro, la mano tesa e insieme
      ci accompagniamo lungo il nostro viale.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Rosanna Tafanelli

        Il marinaio

        Sul volto, ogni segno è la strada
        che dai tuoi occhi porta ai miei.

        Il mare e il cielo, riflessi di colore,
        sono dentro, azzurri, tempestosi.

        Percorro ogni ruga, ogni solco
        a fatica, leggendo gli anni
        vergati profondamente nella carne.

        Quanti giorni tu ad osservare il mare,
        scrutando ogni nube, il sorriso sul viso,
        l'ansia nel cuore: se vado, tornerò?

        Quante notti io ad osservare il cielo
        scrutando il buio, il sorriso sul viso,
        l'ansia nel cuore: il mio amore tornerà?

        Ed amo ogni segno di te, ogni solco,
        se sono strade che portano ai tuoi occh.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Rosanna Tafanelli

          Il giardino

          Muri di pietra, di ferro e di vetro,
          un recinto intorno al mio cuore.
          Un profondo silenzio regnava:
          tu eri pioggia, io terra.

          Fili di luce d'oro, di rosso e azzurro
          su di me immota, assorta, ignara.
          Un segreto profumo saliva:
          tu eri farfalla, io fiore.

          Sogni inseguiti, di giorni, di mesi e di anni,
          riflessi sul fondo dell'anima.
          Una dolce fiducia sorgeva:
          tu eri sorriso, io amore.

          Muri di luce, di musica, di sogni,
          un incanto intorno al mio cuore.
          Un dolce abbraccio nasceva:
          Tu eri farfalla, io fiore.
          Vota la poesia: Commenta