Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Rosa Di Fraia

Nato giovedì 24 agosto 1972 a Pozzuoli (Napoli) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Egyzia72

Il profumo dei campi

È il giorno che nasce
un'emozione che cresce
il sole che abbraccia
questi spazi infiniti
vestiti di oro
come madre natura.
È il profumo dei campi
fragranza che lascia
nelle mani arsute e stanche
la fatica che avanza
al suo vecchio capezzale.
È lo scalpitio degli zoccoli
nella foga di un galoppo
che rompe il silenzio
nel lungo caldo andare.
È tiepida la sera
Il sole ci saluta
l aria diventa sogno
lasciando le ultime carezze
al giorno che verrà.
Composta venerdì 18 novembre 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Egyzia72

    Fuori c'è il sole, ma per me è sempre notte

    Chissà
    se quando ti parlo mi senti
    o quando ti prendo la mano
    non mi senti lontano
    chissà in che mondo sei ora
    magari riesci a sentirmi o vedermi
    sai qui i giorni
    sono sempre gli stessi
    sembra che la notte non passi mai
    che il sole non sorga più
    eppure io vedo una luce riflessa
    lontano ma c'è
    allora mi chiedo
    forse arriverà il giorno
    è così triste vederti giacere in questo letto
    è così tutto surreale
    che stento a credere che sia veramente così.
    Ma io sono qui sai
    io aspetto che tu torni da me
    da tutti noi
    perché io senza te non ci so stare
    lascia quel mondo che non conosci
    torna presto apri gli occhi sono qui
    figlio mio.
    Composta mercoledì 16 novembre 2016
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Egyzia72

      Il peso di una lacrima, il senso di una vita

      Spesso torno indietro nei pensieri
      senza allontanarmi troppo
      sono tante le ferite che ho dentro
      sono tanti i dolori che porto da sempre
      nessuno sa come mi sento veramente
      è uno spasimo continuo troppo intimo
      che conosco solo io
      non voglio che nessuno si impietosisca
      della mia tristezza
      non voglio dare peso a nessuna sofferenza
      perché io resti sola a trattenermi il cuore.
      Mi abbraccio continuamente questa vita
      e quando giungerà il momento
      la ringrazierò lo stesso
      anche se non ha saputo dare voce al mio silenzio
      anche se non ha saputo ascoltare echi di parole troppo
      amare affidate all'oblio e rivolte ad un anima in pena.
      È il peso di una lacrima che trabocca dai miei occhi
      scivola lenta lungo il viso muore
      il senso di una vita
      quella che ormai non ho più.
      Composta mercoledì 9 novembre 2016
      Vota la poesia: Commenta