Scritta da: Silvana Stremiz

Rugiada.

Mille desideri
portati dal vento,
una nube di ali,
si posano sul prato.

Profumi di fiori,
profumi di frutti,
nati nella viva terra.
Radici di piacere
corrono nel corpo,
viaggiano nelle vene,
portano onde di piacere
sul mare della vita.

Ali che si posano e ascoltano
il battito della vita, della terra,
del fuoco di sensazioni.

Brividi ricoperti da foglie,
imbrunite dai riflessi del tempo,
marcate dal sole, dalla luna.

Un fazzoletto imbevuto in una fontana,
fonte di vita, di ricordi.

Dei passi sulla fresca rugiada,
piedi nudi che rubano
emozioni alla terra.

Uno sfarfallio,
un raggio di sole
danza tra le nuvole,
viaggia tra cielo e terra.
Roberto Perin
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    Mi odio

    Mi odio
    Odio. Odio.
    Mi odio.
    I miei occhi scrutano
    le stelle per vederti.

    La mia mano,
    fruga sul lenzuolo di seta,
    per cercare
    la tua pelle più liscia.

    Colgo un bocciolo di rosa
    per cercare un ricordo
    della tua pelle profumata.

    Il ricordo
    del ritmo dei tuoi passi,
    né vicini né lontani,
    sempre disperatamente uguali,
    scandisce il tempo,
    delle solitarie notti.

    La mia mente ti cerca,
    ti aspetta,
    ti ama,
    ti odia.

    Odio. Mi odio.
    Ci sarà pace per me
    se non ci sarai mai più.
    Roberto Perin
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di