Malato d'amore

Soffre l'infermo costretto nel letto
ma se non ti tocco esplode il mio petto
scorre la notte sotto lo stesso tetto
non riesco a star fermo: d'amor sono affetto.

Ho un immenso bisogno d'un sedativo
l'amore m'è schivo ed io ne son privo
chi s'accontenta d'un insulso placebo
un'agonia lenta
corrode un cuore insincero.
Roberto Grasso
Composta venerdì 9 dicembre 2011
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di