Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Silvana Stremiz
Dalle fosse ardeatine, 31 Aprile 2001 buio, fosse, pietre recenti sul muro.
Un grido, alto come il silenzio, fucili,
rumori (bangbang)
grida, fine.

Vi sento con me, mi camminate
al fianco mentre
cammino sui vostri passi
Vi sento con me, mi fate
un sorriso invisible attraverso
i vostri luoghi bui che sto
guardando
Vi sento con me, mi abbracciate
con le vostre ossa mentre i
miei occhi piangono lacrime
di storia

Luce, Prati verdi, alberi ricchi di frutti.
Ecco dove siete ora, amici
Perdonaste, oh quanto
perdonaste.
Ma un grido mi suona in gola:
"Pagheranno quei bastardi
per quel che han fatto! "
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz
    Vorrei... Per me... Vorrei poter provare qualcosa di più
    che non sia questa semplice infatuazione canora,
    ma sia pura rinascita spirituale...
    Vorrei poter dirigermi verso quell'angolo
    di azzurro eterno e vedermi trasformare
    in qualcosa di dissolubile, così
    sarei certa di poter relamente capire
    qualcosa in più di me stessa e di quella parte di essere
    che mi si confonde dentro...
    Vota la poesia: Commenta