Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: RITA MARIANNA

L'avvoltoio

Come un avvoltoio cavavi gli occhi
per privarmi di vedere,
laceravi la bocca
per impedirmi la parola.
Straziavi l'anima per bloccare il sentire e
Il percepire, oltre le facoltà visive.
Al raggiro amarezza e pena nel cuore,
senza credenza le fatue parole.
La verità trionfa senza gioia,
solo il tempo lascerà penetrare un raggio di sole.
Composta venerdì 22 marzo 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: RITA MARIANNA

    L'incontro

    Desiderio di abbracci d'amore incontaminati
    da brutture e ipocrisie, mi solleva a guardare in alto.
    Aspetto il tuo giungere con trepidazione e speranza,
    con la tenerezza che strugge il cuore e palpita di sensazioni
    e di emozioni nuove.
    Immagino il tuo viso dal largo sorriso,
    lo sguardo profondo, penetrante e cristallino, privo di misteri,
    incorniciato da semplice pacatezza.
    Desiderosa di ascoltare la tua voce profonda, ferma di saggezza
    dai concetti non arginanti l'amore, ma il suo fluire come un fiume in piena
    che si congiunge al mare.
    Composta venerdì 22 marzo 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: RITA MARIANNA

      la barca e il mare

      Quella barca attraccata al molo oscilla dolcemente,
      le onde del calmo mare la cullano, è sicura e protetta.
      Non spazia per mari aperti, si spinge a respirare una limitata libertà
      fin dove l'ancora può trattenerla.
      Dal porto osserva gli spazi infiniti e misteriosi del mare aperto, non s'avventura.
      La tempesta un giorno arriva, con le sue nere fauci piovose
      e la squassa nel suo sicuro porto.
      Composta giovedì 21 marzo 2013
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: RITA MARIANNA

        Tu e il mare

        Quell'emozione d'incontenibile poesia sale piano piano,
        guardandoti, e colorisce il petto e le gote.
        Il cuore ha un sussulto al profumo di salsedine
        sulla tua pelle, e le onde
        sono melodia scrosciando sugli scogli.
        Osservo il profilo del tuo corpo nudo e vigoroso, il
        gioco dei raggi del sole che argentea i tuoi capelli,
        il tuo sguardo assorto che ammira il lontano orizzonte perso nei pensieri.
        All'imbrunire della sera
        il tramonto accende di rosso vivo e di gialli accecanti le nuvole e il mare di cristallo.
        Come l'armonia di un'arpa le cui note soavi si sperdono nella brezza della sera,
        mi unisco al ritmo veloce del tuo romantico cuore.
        Sono nella tua anima e m'immergo nella sua luce.
        Sono la tua ala mancante e insieme possiamo volare.
        Composta martedì 19 marzo 2013
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: RITA MARIANNA

          Nel profondo

          Dimentica, dimentica il male ed esulta alla vita,
          e come una farfalla, negli spazi infiniti di luce da fiore in fiore vola.
          Unisciti alla profondità della tua anima e vivine la sua essenza.
          Lasciati trasportare nell'universo interiore dove l'odio e la sofferenza non
          trovano spazi e la pace sovrana regna.
          Lasciati cullare dal cuore che scandendo lentamente
          Il suo ritmo si cheta, e nel petto trova il suo riposo.
          Composta martedì 19 marzo 2013
          Vota la poesia: Commenta