Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: ser

Il Viaggio

Scappare, via.
Fuggire il difetto, l'errore, il non senso.

Ma il nemico c'è.

È nel perfetto estraneo incontrato nel più remoto angolo della Terra.
È nell'amante a cui hai giurato amore eterno.
È nel tuo stesso figlio.
È in te.

Tutto inutile: fuggire, affrontarlo, combattere.

Accettarlo, forse,
e beffarsi di lui solo alla fine del viaggio.
Composta martedì 16 giugno 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: ser

    Vita diversa

    Tanti, troppi ovunque.

    Non distinguere, non persone,
    numeri, gente, popolo.

    Rifugio nelle tribù
    per riconoscersi e riconoscere,
    parlare, capire, perdonare.

    Fuori solo gente
    classificata, bollata, generalizzata.

    Non c'è tempo, energia.
    Numeri troppo alti.
    Più facile condannare, offendere, aggredire, umiliare.

    Continuare a procreare
    come pesci, come insetti:
    cibo di se stessi

    Guerra, inquinamento, malattie.

    Presunzione di perfezione.
    Illusione di superiorità.
    Trionfo dell'ignoranza.

    E una sola speranza:
    possa scoppiare questa Terra
    soffocata dall'ammasso di carne
    che fagocita tutto per creare altra carne

    e possa poi una molecola ipotetica
    intraprendere un percorso,
    un'evoluzione verso una vita diversa.
    Composta sabato 1 marzo 2008
    Vota la poesia: Commenta