Scritta da: Silvana Stremiz
In volo o di notte
ho visto la solitudine.
L'ho vista sulle colline bruciate
dell'Italia in fiamme.
L'ho vista nelle acque grigie e opache
dell'oceano agitato.
L'ho vista nelle file di macchine lussuose
sfreccianti nella notte
sulle highways della California.
L'ho vista negli occhi di una donna
l'ho vista nei miei occhi,
nei bambini abbandonati,
nei clochards di Parigi,
nella fame in oriente e in occidente.
Nella schiena spezzata
dei malesi a Singapore,
nei cortili terrosi
alla periferia di Chicago,
negli esuli albanesi ai semafori di Atene.
Ma adesso è qui, di fianco a me
che guida la mia mano
e che ride di me e del mondo
che governa in silenzio.
Pierluigi Daglio
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    Felicità

    La felicità è il battito d'ali
    del coleottero che non calpesti.
    Il minusculo lembo di pelle
    che si stacca dal dito ferito.
    Una caraffa di bianco frizzante
    bevuta d'un fiato senza respiro.
    Le lacrime sincere d'una ragazza pallida
    il mattino alle cinque
    alla stazione dei treni.
    Quel momento unico
    d'estasi onirica
    quando tutto si blocca
    e intravvedi uno strappo nel tempo
    che ti regala un secondo di vita.
    La felicità è quello che non hai,
    sono i rimpianti
    e i ricordi a cui ti leghi
    nella sera o di notte.
    Pierluigi Daglio
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di