Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Paolo Passarotto

Questo autore lo trovi anche in Racconti.

Scritta da: PAOLO PASSAROTTO

Il nulla

Pensieri confusi senza senso passano veloci come schegge di ghiaccio
Il cuore batte all'impazzata al ritmo della solita canzone inesistente
Sordi rumori in lontananza mi riportano al presente
Mi sveglio... apro gl'occhi stanchi, la luce fredda del neon mi acceca.
Guardo, quasi impaurito, quella strana figura che mi fissa allo specchio...
dopo interminabili secondi, con voce fioca sussurro
papà!
Ma quel viso, distorto da una leggera nebbia, non risponde...
impaurito come un bambino richiudo gl'occhi
buio... silenzio... pace
Un'altra allucinazione,
mi perseguitano, giorno dopo giorno, non mi lasciano
avvolto da una fitta nebbia, mi incammino verso il mio destino.
Composta sabato 22 marzo 2008
Vota la poesia: Commenta