Le migliori poesie di Pablo Neruda

Poeta, diplomatico e politico, nato martedì 12 luglio 1904 a Parral (Cile), morto domenica 23 settembre 1973 a Santiago del Cile (Cile)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Elisa Iacobellis

Saprai che non t'amo e che t'amo

Saprai che non t'amo e che t'amo
perché la vita è in due maniere,
la parola è un'ala del silenzio,
il fuoco ha una metà di freddo.

Io t'amo per cominciare ad amarti,
per ricominciare l'infinito,
per non cessare d'amarti mai:
per questo non t'amo ancora.

T'amo e non t'amo come se avessi
nelle mie mani le chiavi della gioia
e un incerto destino sventurato.

Il mio amore ha due vite per amarti.
Per questo t'amo quando non t'amo
e per questo t'amo quando t'amo.
Pablo Neruda
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: asterisco

    Ho fame della tua bocca

    Ho fame della tua bocca, della tua voce, del tuoi capelli
    e vado per le strade senza nutrirmi, silenzioso,
    non mi sostiene il pane, l'alba mi sconvolge,
    cerco il suono liquido dei tuoi piedi nel giorno.

    Sono affamato del tuo riso che scorre,
    delle tue mani color di furioso granaio,
    ho fame della pallida pietra delle tue unghie,
    voglio mangiare la tua pelle come mandorla intatta.

    Voglio mangiare il fulmine bruciato nella tua bellezza,
    il naso sovrano dell'aitante volto,
    voglio mangiare l'ombra fugace delle tue ciglia

    e affamato vado e vengo annusando il crepuscolo,
    cercandoti, cercando il tuo cuore caldo
    come un puma nella solitudine di Quitratúe.
    Pablo Neruda
    Vota la poesia: Commenta

      Non ti amo come fossi rosa di sale

      Non ti amo come fossi rosa di sale, topazio
      o freccia di garofani che propagano il fuoco,
      t'amo come si amano certe cose oscure,
      segretamente, tra l'ombra e l'anima.
      Ti amo come pianta che non fiorisce e reca
      dentro di sé, nascosta, la luce di quei fiori,
      e grazie al tuo amore vive oscuro nel mio corpo
      il denso aroma che sale dalla terra.
      Ti amo senza sapere come, né quando, né da dove,
      ti amo direttamente senza problemi né orgoglio,
      ti amo così perché non so amare altrimenti
      che in questo modo in cui non sono e non sei,
      tanto vicino che la tua mano sul mio petto è mia,
      tanto vicino che si chiudono i tuoi occhi col mio
      sonno.
      Pablo Neruda
      Vota la poesia: Commenta

        Se muoio sopravvivimi con tanta forza pura

        Se muoio sopravvivimi con tanta forza pura
        che desti la furia del pallido e del freddo,
        da sud a sud leva i tuoi occhi indelebili,
        da sole a sole suoni la tua bocca di chitarra.
        Non voglio che vacillino il tuo riso o i tuoi passi,
        non voglio che muoia la mia eredità d'allegria,
        non bussare al mio petto, sono assente.
        Vivi in mia assenza come in una casa.
        È una casa tanto grande l'assenza
        che v'entrerai traverso i muri
        e appenderai i quadri all'aria.
        È una casa tanto trasparente l'assenza
        che senza vita ti vedrò vivere
        e se soffri, amor mio, morirò un'altra volta.
        Pablo Neruda
        Vota la poesia: Commenta
          Forse non essere è esser senza che tu sia,
          senza che tu vada tagliando il mezzogiorno
          come un fiore azzurro, senza che tu cammini
          più tardi per la nebbia e i mattoni,

          senza quella luce che tu rechi in mano
          che forse altri non vedran dorata,
          che forse nessuno seppe che cresceva
          come l'origine rossa della rosa,

          senza che tu sia, infine, senza che venissi
          brusca, eccitante, a conoscer la mia vita,
          raffica di roseto, frumento del vento,

          ed allora sono perché tu sei,
          ed allora sei, sono e siamo,
          e per amore sarò, sarai, saremo.
          Pablo Neruda
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di