Scritta da: Vi.Ole

Il sollievo dell'amore

A che servono i fiori
che la natura ha creato
se il loro superbo profumo
non tocca l'animo mio?
A che mi giovan le lacrime
se più ne piango
e più il pensiero mi rimorde
e il suo viso
non so dimenticar?
A che proposito il Signore
ha creato l'universo
per poi render l'uomo
cieco di esso
perché innamorato?
Oh, pensiero!
Fulgido e leggero,
fatti liberar dalla mia mente,
t'ha incatenato
per paura che scappassi.
Sfiora quel viso
e strappagli il sorriso
ch'io possa tenere
nel cuore
e vedere,
ogni volta che mi duole,
il sollievo dell'amore!
Ornella Vinci
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Vi.Ole
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Vi.Ole
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Vi.Ole
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di