Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: ametista

Il giorno che tu verrai

Mi hai detto che verrai,
i tuoi occhi me lo hanno detto.
Adesso so che verrai,
che aprirai quel cancello,
che quel giorno non cigolerà,
ma canterà il tuo arrivo.
Io sento che verrai,
e forse guardandomi,
non mi riconoscerai,
sarò diversa,
sarò cambiata,
sarò sempre la stessa.
Io ascolto e nel vento,
sento i tuoi passi,
che leggeri e pesanti,
entrano per davvero,
nel mio mondo,
fino ad allora,
appena sfiorato, lambito,
toccato con mano leggera,
sfogliato in un libro donato,
racchiuso in fogli ormai sgualciti.
Io vedo che tu verrai,
come nel sogno mai perso,
saremo solo quello che siamo,
e per pochi minuti,
tutto e tutti,
resteranno al di la
della porta che chiuderò,
quel giorno.
Il giorno che tu verrai.
Composta domenica 11 dicembre 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: ametista

    Ho vissuto

    Ho vissuto,
    un amore impossibile,
    ho amato,
    chi non potevo avere,
    ho sognato,
    una favola mai sentita,
    ho vissuto,
    gioie e dolori,
    ho sentito,
    felicità e amarezze,
    ho aspettato,
    parole e spiegazioni,
    ho perduto,
    me stessa nell'attesa,
    ho trovato,
    quello che spero,
    mi porti via,
    che mi dia la spinta,
    per volare,
    lontano da tutti,
    lontano da tutto,
    lontano da te,
    lontano da questo amore,
    crudele e impossibile,
    ma che ogni giorno,
    ancora mi dice,
    che niente è invano,
    e se per te,
    è stato un nulla,
    è stato indifferente,
    è stato solo invadente,
    è stato fastidioso,
    è stato solo uggioso,
    è stato uno dei tanti,
    è stato solo ottone,
    un giorno scoprirai,
    che invece era oro,
    ed io che nulla ho avuto,
    potrò almeno dire,
    che anche se,
    non mi hai voluto,
    un amore io... l'ho vissuto.
    Composta sabato 1 maggio 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: ametista

      Con gli occhi dell'amore

      Con gli occhi dell'amore,
      ti guardo,
      con gli occhi dell'amore,
      ti spio,
      con gli occhi dell'amore,
      osservo,
      ogni tuo gesto
      ogni tuo movimento,
      ogni tuo cenno.
      Con gli occhi dell'amore,
      riesco a vedere tutto,
      quello che nascondi,
      quello che ad altri sfugge,
      quello che tu pensi che io non veda.
      Con gli occhi dell'amore,
      vedo anche i fantasmi,
      che popolano la mia mente,
      il mio cuore stanco,
      i miei sogni traditi.
      Con gli occhi dell'amore,
      ti guardo,
      come sempre,
      nell'attesa di vederti un giorno,
      solo con i miei occhi.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: ametista

        Ogni giorno

        Ogni giorno mi chiedo... perché...
        cercando una risposta,
        anche quando una risposta,
        non c'è.
        Ogni giorno mi dico... sarà...
        sapendo che niente in fondo,
        cambierà.
        Ogni giorno mi dico... se...
        cercando una via d'uscita,
        anche quando un uscita,
        non c'è.
        Ogni giorno mi dico... però...
        cercando un alternativa,
        anche quando un alternativa,
        non ho.
        Ogni giorno mi dico... forse...
        confidando in una speranza,
        anche quando una speranza,
        non ce l'ho.
        Ogni giorno mi dico... ma...
        cercando una giustificazione,
        anche quando una giustificazione,
        non ho.
        Ogni giorno mi dico... cambierà...
        anche se sò,
        che tutto resterà come prima.
        Ogni giorno mi chiedo,
        come mai
        devo rompermi i coglioni così,
        ogni giorno?...
        Composta mercoledì 16 settembre 2009
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: ametista

          Cuore e ragione

          Il cuore di giorno vorrebbe parlare,
          ma la ragione lo fa tacere.
          La notte il cuore, vorrebbe parlare,
          ma la ragione continua a farlo tacere.
          Finché una notte, la ragione vorrebbe parlare,
          ma il cuore la fa tacere.
          Il cuore il giorno dopo, vorrebbe spiegare,
          ma la ragione con compassione,
          lo guarda pentendosi,
          di non averlo saputo fermare.
          Composta domenica 7 marzo 2010
          Vota la poesia: Commenta