Scritta da: Widmer Valbonesi

Rocche

Come rocche
mi appaiono i ricordi,
imponenti
dall'alto preservano cimeli
nella valle del tuo cammino.
Difendono il tuo cuore
dall'intrusione di nuove emozioni,
alzano ponti levatoi
che non entrino dolci invasori.
Fanno di tutte le erbe un fascio
e nel risentimento
spruzzano olio bollente
Su tutto ciò che intorno ruota.
Ma nessuna rocca
nel tempo ha resistito.
Si è fatta espugnare sempre
dal palpito nuovo della vita.
Oliviero Widmer Valbonesi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Widmer Valbonesi

    Brina d'amore

    Il cuore è come un frigorifero
    ogni tanto devi staccar la spina.
    E allora tutto ciò che era brina
    si scioglie, poi, lo riattacchi
    e tutto funziona come prima.
    Se però il tuo amore è come brina
    per scioglierla non devi staccare
    la spina, guardagli gli occhi
    intensamente, parla con lei,
    regalagli il calore del tuo cuore.
    Oliviero Widmer Valbonesi
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Widmer Valbonesi

      Romagna

      Se il Paradiso esiste
      è qui in Romagna.
      Fioriscono i ciliegi
      in primavera e i peschi
      odorano e colorano
      di rosa la campagna.
      Verso la costa c'è fermento
      gente fiera che vi lavora
      si prepara con nuova lena
      alla stagione che si avvicina.

      L'estate porta al nostro mare
      milioni di turisti a dimorare.
      Dopo il sole della spiaggia,
      la notte vi accompagna in balli
      e divertimenti, nascono amori
      che speri durino una vita e che
      a volte si esauriscono quella sera.
      Torni a casa tua ma non scordi
      quell'atmosfera, sai già che qui
      ritornerai la prossima vacanza.

      L'autunno porta l'odor del mosto
      dalla collina, albana e sangiovese,
      accompagnano tra le ginestre chi
      si avventura in cerchi di fagiani e
      starne, o chi nei boschi ingialliti
      va per tartufi, funghi e castagni.
      Nelle città se si rimane, trovi la cultura
      la tomba del sommo poeta, arte e mosaici.
      Il liscio nelle balere, la Rimini di Fellini
      l'Ebe del Canova, i libri della Malatestiana

      L'inverno qui è breve, il calore
      della gente tiene lontana la neve.
      Le donne sono belle, fiere, austere.
      Le menti sono libere e presenti,
      si ribellano all'ozio e al potere.
      Le piazze, le vie, onorano i martiri
      del risorgimento, ricordano la storia
      nei circoli dell'edera in ogni borgo
      si educa, ancora, al senso del dovere.
      Per questo io ti amo, mia Romagna.
      Oliviero Widmer Valbonesi
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di