Scritta da: Widmer Valbonesi

Le mie carezze

Scorrono le mie mani sul tuo viso
percorrono i sentieri del tuo corpo
quelli da molto tempo immaginati
quelli più amati e mai dimenticati.
Avvertono ogni piega della pelle
vellutano ogni brivido di tensione
valutano ogni fremito di passione
ti sfiorano come inesplorata valle.
Attenti ti scrutano i miei occhi,
osservano i sentieri del piacere,
seguono le carezze delle mie mani
ubriacati da quella soave visione.
Sono carezze senza tatto, cercano
complicità. Parole dolci, coccole
del cuore, riscaldano il tramonto,
carezze che fondono due anime.
Oliviero Widmer Valbonesi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Widmer Valbonesi

    Spicchio di melograno

    Mi affascina quel suo sguardo vivo
    pieno di voglia di fare insieme cose
    condivise o ancora da confrontare.
    Mi affascina quel suo muoversi con
    grazia, la classe e il gusto nel vestirsi,
    l'essere giovane pur con capi classici.
    Mi scopro ad osservarla in silenzio
    mi gusto e mi godo la sua bellezza,
    ma lei è incapace di farsi ammirare.
    Nessun pittore potrebbe dipingerla
    non sta mai ferma, solo le carezze
    armoniose o le coccole la quietano.
    Lascia che trasmetta sul tuo corpo
    il fluido d'amore, lascia che avvolga
    in una patina di miele la tua pelle.
    Trasferisci come a una pila il calore
    assorbito dalle tue mani, cavi d'amore
    che mi avvolgono come un mantello.
    Ricaricati d'energia e di desiderio
    io non ne ho bisogno ti bramo come
    uno spicchio rosso di melograno...
    staccato dal suo ramo.
    Oliviero Widmer Valbonesi
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Widmer Valbonesi

      Un amore vero

      Il sole riflette il tuo radioso sorriso
      Nella fresca rugiada di questo mattino
      E poi, lo evapora e mi appare il tuo viso
      Come fosse una nuvola del cielo turchino.
      Il tuo sguardo è come una carezza
      Un misto di fragranza e di dolcezza
      che mi sfiora come un guanto vellutato
      e mi avvolge in un manto un po' fatato.
      Un grande impulso
      Che viene da lontano
      E giunge fino al cuore
      Questo lo sento... è l'amore.
      E vedo te, amore oltre ogni confine
      E sento te, come un amore senza fine.
      Un amore bello,
      un amore forte,
      un amore puro,
      un amore vero.
      Un amore bello
      Un amore grande
      Un amore dolce Un amore vero
      Lo senti il profumo della primavera
      in questo tramonto rosso della sera
      Il mio cuore batte e già si scioglie
      mentre il tuo abbraccio poi... lo raccoglie.
      Un bacio appassionato ci accende
      Sotto la luna piena che risplende
      E batte e ribatte... forte il cuore
      io lo so questo è l'amore.
      E vedo te... mia dolce creatura
      E vedo te nelle immagini della natura
      E vedo te amore oltre ogni confine
      E sento te... come un amore senza fine.
      Un amore bello, un amore forte, un amore puro,
      un amore vero. Un amore bello Un amore grande
      Un amore dolce Un amore vero.
      Oliviero Widmer Valbonesi
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Widmer Valbonesi

        Ti sento con me

        Ti sento qui con me
        nella pioggia fine
        che mi bagna.
        Ti sento qui con me
        nel polline fastidioso
        della primavera.
        Ti sento qui con me
        nelle parole scritte
        documentario
        di una vita d'amore.
        Ti sento qui con me
        trapunta che mi avvolge
        nei silenzi freddi
        della solitudine.
        Ti sento qui con me
        come lega fusa
        di quei nostri
        sospiri d'infinito.
        Oliviero Widmer Valbonesi
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Widmer Valbonesi

          Non dirmi ciao

          Non diventar triste perché
          non sono lì con te,
          non velare i tuoi occhi
          di lacrime. Fai come me.
          Io non ho bisogno di silenzio
          per sentire battere il tuo cuore.
          Lo sento fremere d'amore
          Anche nel più assordante rumore.
          Ne avverto la passione
          Anche dove regna confusione.
          Riuscirei a vederti anche se cieco
          Perché la mia mente
          ti porta davanti a me.
          Anche se sei lontana e non posso toccarti
          o accarezzarti, ti sento qui con me.
          Non salutarmi quando parto,
          come se fosse un addio da te.
          Non dirmi ciao, io sono lì con te,
          nell'alba radiosa, nel tramonto sublime,
          in una serata di luna piena,
          nel nettare di un fiore,
          ... sono ovunque, il tuo cuore sente amore,
          dolcezza e sentimento...
          io sono lì, e allora
          non dirmi ciao
          ma... sentimi con te.
          Oliviero Widmer Valbonesi
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di