Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Oliviero Amandola

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Diario.

Scritta da: Oliviero Amandola

Io e lei, dei nostri giorni, saremmo l'essenza di un bacio

Io e lei, saremmo felici
anche solo avendo un panino
da dividere in due;

coricati a guardar la rugiada posarsi alla terra,
delicatamente, come fosse un bacio
che pian piano scivola nella gola e rinfresca la voce.

Io e lei, lasceremo scoperto nel giorno un solo vuoto,
quando due ombre ancora riempirebbero di suono
un ricordo d'amore lasciato sul letto;

saremmo la verità,
che unirebbe ogni nostro gesto nel giorno,
e le parole, che trasparenti,
passerebbero attraverso le labbra di notte:

Io e lei, saremmo il diritto che regala un dovere alla luna,
e saremmo per sempre il respiro, che unisce per l'eterno
uno sguardo di fiori, attraverso i mille pensieri,
che ogni innamorato, porta da sempre, in segreto nel cuore.
Composta giovedì 18 settembre 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Oliviero Amandola

    Credo a i sogni, e all'incendio, che il desiderio, ogni pensiero solleva

    Credo ai sogni, e così ti ho rivista;
    avevi labbra di rosa,
    nella tua pelle
    che profumava di pesca,
    ed espandevi dolcemente nel vento
    l'essenza viva di ogni tuo più sincero sorriso
    ma sulle labbra e negli occhi,
    trattenevi stretto un doloroso rimpianto,
    come fosse un doloroso ricordo,
    per le troppe carezze nel tempo negate.
    Ed io non sapevo,
    quanto già allora nei tuoi pensieri,
    per me, avevi baci si seta.
    ma ad oggi, come te,
    anch'io mi ritrovo ferito dentro ogni pensiero
    così credo all'incendio
    che ogni cuore solleva,
    e credo nella preziosità di uno sguardo,
    che rende raro il cristallo più vero,
    dove è la tua voce,
    che dona ad ogni mia parola,
    la stessa gentilezza di suono
    che solo un fiore, al cuore di chi ama
    da sempre,
    sà segretamente donare.
    Composta martedì 23 settembre 2014
    Vota la poesia: Commenta