Poesie di Nino Testa

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: toti

Elezioni politiche 1979

Ci dissirui partiti: "va vutati
ca nun sapemu comu guvirnari,
tutti li tintativi sù sfumati
e semu n'autra vota in altu mari"

Li demucristiani su dicisi
d'un fari guvirnari i cumunisti
e st'ultimi si suranu i cammisi
pi dimustrari ca li demucristi
c'havi ca cumanninu trent'anni
ci hannu purtatu un saccu di malanni.

Di contru tutti l'autri partiti
si virinu la vista di luntanu,
nun cercannu di smoviri l'atttriti
ma sperannu ca u populu suvranu
ormai scuncirtatu ed abbattutu,
suvverta finalmenti u risultatu!

Si semu veru Populu Suvranu,
n'avissimu, 'nà vota, allianari,
datu ca avemu un'armà ntrà li manu
sti ciarlatani avemu a castiari,
"nsignannuci ca u Statu si guverna
nun si ci azzuffa comù ntà taverna!

Trizziati ad unu ad unu tutti i voti
vinni fora la risposta elitturali,
" Vuolsi così colà dove si puoti
li così t" arristaru tali e quali!
Chistu servi sulu a dimustrari
comu si spenni un saccu di dinari!

Cefalù, 4 Giugno 1979
Nino Testa
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: toti

    Chi timpazzi!

    O vecchia Musa mia dammi aiuto,
    da quannu nun ti viu nun haiu paci.
    Mi sentu abbannunatu, tristi e mutu,
    tu mi talii, ridi, tistii e taci.
    E dammi n' ammuttuneddu, qualchi spuntu,
    pi fari di sti tempi un resucuntu.

    Sta terra granni patria di pittura,
    pueti, musicisti e scinziati,
    addivintò la terra di dulura
    di cosi 'chiù 'mprivisti e scillirati.
    Pirdemmu ogni ritegnu, ogni dicoru
    financu siquistraru puru a Moru!

    Navi senza timuni e marinara
    sballuttata 'ntrà la gran timpesta.
    Canta, spissu, u mitra e la lupara
    la genti spacinnata chi prutesta.
    Si nun si curri prestu a lu riparu
    ci brucinu financu lu pagghiaru!
    Nino Testa
    Composta sabato 7 maggio 2016
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: toti

      Notti 'ncampagna

      Quannu tramunta u suli e si fa scuru
      e la natura tutta s' addurmenta,
      li stiddi sfarfallianu 'ntrà u celu,
      lu picciriddu chianci e si spaventa;

      Lu cani vigghia attentu arreri u muru
      e abbaia ad ogni scrusciu, cun gran zelu,
      l' ariddu canta assemi a la giurana
      e cala a testa u ciuri 'ntò so stelu.

      E' notti funna e la campagna sana
      s' ammanta dintra un niuru mantellu,
      dormi l 'omu, la chianca l' animali
      e l' acqua scurri lenta 'ntrà u ruscellu;

      Luntanu un sonu lentu di campagna
      avverti a genti: E' l'ura di la paci,
      s' astutanu li lumi e li fanali
      tuttu è silenziu 'ntornu, tuttu taci.
      Nino Testa
      Composta venerdì 6 maggio 2016
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: toti

        Li frati

        Si dici ca li frati
        si trovanu o cunventu
        e sunnu accumunati
        d' un sulu sintimentu.

        La carità pilusa
        ca li fa stari 'nsemi
        sulu pirchì si usa
        senza 'autri prublemi.

        Li frati chiddi veri
        appena maritati
        diventanu spraveri
        di chiddi arrabbiati.

        Nun sannu cà 'ntrà i vini
        ci scurri u stissu sangu
        si fannu li caini
        'ntrà i vini ci hannu u fangu.

        Nun mi diciti pazzu
        si dicu o munnu 'nteru
        'ncà megghiu un munacazzu
        a un frati chiddu veru!
        Nino Testa
        Composta sabato 14 dicembre 1968
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: toti

          U pllunaru

          Jeu canusciu un pallunaru,
          ca ti uncia li palluna
          cu un sistema novun e raru
          chi ci frutta 'na furtuna!

          doppu pigghia li palluna,
          nichi, grossi e mizzalini
          e l' attacca cu curduna
          longhi longhi e fini fini.

          ti l' attacca 'ntra 'na canna,
          e la genti comu cucca,
          cu la sula prupaganna,
          curri, tocca, compra e ammucca!

          Sti palluna già vunciati,
          fannu fetu di muffutu
          nun appena sù tuccati
          fannu u bottu e si futtutu!
          Nino Testa
          Composta sabato 24 ottobre 1970
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di