Poesie di Nelson Padoan

Artista, nato lunedì 9 febbraio 1987 a Mestre (VE) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Nelson

Se ne andavano in due

Se ne andavano in due,
diretti verso il nulla.
Una città desolata ove regnava
La desolazione, un putrido rancore.
Un lercio giardino ricco di fantasmi,
ammaestrati dal cantastorie,
un piccolo coniglio bianco
con tanto di cappello a cilindro.

Se ne andavano in due,
all'interno dell'ippodromo.
Tra puzza di cavalli e spoglie abitudini,
si presentarono al caporale, un vecchio
senza più nessuna ragione morale,
senza più divertimenti per il suo parco giochi.

Se ne andavano in due,
su quella motorella.
Entravano nell'acido castello,
costretto tra campi e fabbriche di morti.
Il bianconiglio piangeva, si sentiva solo,
ma non lo era, così pieno di stupide idee
da riempirsi la pancia e il cervello
da sentirsi fiero e accompagnato.

Se ne andavano in due,
l'orrendo suonava e il pazzo ballava.
Si divertirono a modo loro,
tra cocaina e rum invecchiato,
tra bagasce inventate e salti da capogiro.
Una bella serata, peccato per il coniglio.
Nelson Padoan
Composta domenica 5 agosto 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Nelson

    Nella stanza di Fred

    E poi mi rianima il corpo
    quel calvario ancestrale
    fatto di suoni ricorrenti
    e longitudini invertite.
    Giallo su verde, su nero,
    su bianco. Rosso e blu,
    coloro per diletto, la tela,
    il tempo. Sincronizzo
    suoni a se stanti e macchie
    di sudore invecchiato.
    Logoro, il cavalletto
    vecchio stile, la tenda
    sul cortile acceso
    dal sole delle cinque,
    dall'inverno primordiale
    che raccoglie perle
    e scaglie di bambù.
    Ritorno a lavorare,
    guardandomi dalla finestra,
    spiando tra le sillabe
    e la balbuzie infantile.
    Rosso, giallo, verde.
    colore a caso, colore distratto.
    Un uomo solo che osserva
    il suo corpo cambiare,
    tra pareti dense, giochi di luce
    e variopinte forme
    di dipendenza alcolica.
    Smettila di fumare Fred,
    non ti fa bene.
    Nelson Padoan
    Composta mercoledì 27 marzo 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Nelson

      Ricordi smembrati

      Ricordi smembrati
      riprendon vita
      tra ruvide coperte
      addolcite dalle carezze
      dell'amara solitudine.
      Ansiose, le nuvole
      s'accoppiano caute
      sopra il tuo seno turgido,
      sopra i tuoi biondi capelli
      da fanciulla in attesa.
      Immacolati fulmini
      scoprono il cielo
      violentandolo con trepida
      lussuria, urlando estasiati
      mentre tu t'accosci, nuda
      e fragile, abbracciando
      il tuo grembo, la tua castità
      perduta. Non hai un nome,
      non hai un perché.
      Soltanto brandelli
      di un ricordo ignobile,
      abitano le stanze spoglie
      della tua mente straziata,
      del tuo sordo dolore
      di vergine smarrita.
      Nelson Padoan
      Composta domenica 31 marzo 2013
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Nelson

        Scegli

        Scegli
        o il sonno o l'arte,
        o la tua pace o il tuo delirio.
        Scegli se morire da pirata o da colonnello,
        se domani sai cosa busserà alla tua porta
        o se varcherai tu qualche cancello.
        Scegli tu cosa ritieni più opportuno,
        ci sono un sacco di scelte:
        scelte facili, scelte accomodanti,
        scelte gustose come torte di cioccolato.
        Ci sono scelte aspre e crude,
        scelte che ti uccidono o ti rendono diverso,
        scelte che ti cambiano, ti distruggono dentro.
        Scegli se vuoi vivere sopra un albero
        o dentro il guscio di una tartaruga,
        scegli anche di che colore vuoi il tuo cappello
        o che scarpe indossare mentre danzi.
        Scegli di vivere
        o scegli di rimanere in un enorme limbo,
        un deserto fatto di desideri e promesse,
        di manichini spogli.
        Li un cactus, la un piccolo scrigno.
        Forse contiene un tesoro,
        forse una terribile verità.
        Sta a te scegliere se aprirlo,
        ora sai che ti cambierà.
        Nelson Padoan
        Composta sabato 5 marzo 2011
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di