Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Andrea De Candia
E di nuovo un diluvio
Lettere d'alfabeto strappate crudelmente
pesci all'amo che parlano
nello scheletro salino
a rendere leggibile la ferita –

E di nuovo imparare la morte
dall'antica vita
fuga per la porta d'aria
a cogliere nuove colpe da pianeti addormentati
Esercizio estremo sull'antico elemento del respiro
atterrito da nuova morte
Dov'è andato il pianto
se la terra è scomparsa?
Composta lunedì 3 agosto 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Andrea De Candia
    E batteva col martello del suo cuore
    e strappava dalla biblica tomba edera di morte
    e vide il volto nudo dell'acqua, dell'aria, del fuoco e della sabbia

    e vide il mare vuoto tra le stelle: solitudine;
    e vide la nostalgia di tutti gli occhi,
    e ogni ala aveva patria in ogni luogo
    l'addio era una foglia e cadeva dal linguaggio

    e dietro di lei il Suo Nome
    irruppe come un falco dalla morte.
    Composta sabato 18 luglio 2015
    Vota la poesia: Commenta