Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Nazim Hikmet

Poeta, drammaturgo e scrittore, nato mercoledì 20 novembre 1901 a Salonicco (Grecia), morto lunedì 3 giugno 1963 a Mosca (Federazione Russa)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Valeria S

Anima mia

Anima mia
chiudi gli occhi
piano piano
e come s'affonda nell'acqua
immergiti nel sonno
nuda e vestita di bianco
il più bello dei sogni
ti accoglierà.
Anima mia
chiudi gli occhi
piano piano
abbandonati come nell'arco delle mie braccia
nel tuo sonno non dimenticarmi
chiudi gli occhi pian piano
i tuoi occhi marroni
dove brucia una fiamma verde
anima mia.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Valeria S

    Amo in te

    Amo in te
    l'avventura della nave che va verso il polo
    amo in te
    l'audacia dei giocatori delle grandi scoperte
    amo in te le cose lontane
    amo in te l'impossibile
    entro nei tuoi occhi come in un bosco
    pieno di sole
    e sudato affamato infuriato
    ho la passione del cacciatore
    per mordere nella tua carne.
    Amo in te l'impossibile
    ma non la disperazione.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marianna Mansueto

      Non vivere su questa terra come un inquilino

      Ragazzo mio,
      io non ho paura di morire.
      Tuttavia, ogni tanto
      mentre lavoro
      nella solitudine della notte,
      ho un sussulto nel cuore,
      saziarsi della vita vita, figlio mio,
      è impossibile.
      Non vivere su questa terra come un inquilino,
      o come un villeggiante stagionale.
      Ricorda:
      in questo mondo devi vivere saldo,
      vivere
      come nella casa paterna.
      Credi al grano,
      alla terra,
      al mare
      ma prima di tutto
      all'uomo.
      Ama la nuvola,
      il libro
      la macchina,
      ma prima di tutto
      l'uomo.
      Senti infondo al tuo cuore
      il dolore del ramo che secca,
      della stella che si spegne,
      della bestia ferita,
      ma prima di tutto
      il dolore dell'uomo.
      Godi di tutti i beni terrestri,
      del sole,
      della pioggia
      e della neve,
      dell'inverno e dell'estate,
      del buio e della luce,
      ma prima di tutto
      godi dell'uomo.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Mario Bellocchi
        La vita non è uno scherzo,
        prendila sul serio
        come fa lo scoiattolo, ad esempio,
        senza aspettarti nulla
        dal di fuori o nell'al di là.
        Non avrai altro da fare che vivere.

        La vita non è uno scherzo,
        prendila sul serio
        ma sul serio a tal punto
        che messo contro un muro, ad esempio, le mani legate,
        o dentro un laboratorio
        col camice bianco e grandi occhiali,
        tu muoia affinché vivano gli uomini,
        gli uomini di cui non conoscerai la faccia,
        e morrai sapendo
        che nulla è più bello, più vero della vita.

        La vita non è uno scherzo,
        prendila sul serio
        ma sul serio a tal punto
        che a settant'anni, ad esempio,
        pianterai degli ulivi
        non perché restino ai tuoi figli,
        ma perché non crederai alla morte,
        pur temendola,
        e la vita peserà di più sulla bilancia.
        Vota la poesia: Commenta