Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Natascia Corsini

L'Angelo dalle ali tagliate

L'Angelo dalle ali tagliate fu colui
che per primo mi rapì il cuore.
Era bello,
dolce il suo gracile corpo,
possente la sua forza nascosta.
M'avvicinai alla sua eterna bellezza,
attratta dal bagliore bianco che emanava,
impaurita dal suo sguardo traditore.
Lui sorrise al mio timido cuore,
con quella superbia che mi stordiva,
prese la mia mano e m'attirò a sé,
al caldo della sua luce.

L'amai subito,
e l'incontenibile amore gonfiò il timido cuore,
tanto che altro non riuscivo a vedere.
Notti, e notti passai
col suo passionale pensiero,
e il corpo,
che della sua vista non si stancò mai.
L'amavo come un'umile serva.
E lui del mio cuore si fece gioco.
La sua infinita arroganza me lo strappò dal petto,
e io cessai di vivere all'istante.
L'Angelo menomato
si sentiva così incompleto
da aver bisogno del mio cuore,
per compensare il dolore che aveva dentro.

Ma non sapeva che il mio amore era puro.
E infinito.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Natascia Corsini

    Il rumore del silenzio

    Il rumore del silenzio è l'urlo più forte che esiste in natura.
    È alto, è vigoroso,
    è una sola voce contro il mondo.

    Il rumore del silenzio
    è raro,
    trovarlo è come scoprire l'oro.
    Si nasconde nei meandri della vita,
    timido e insicuro,
    nell'attesa di qualcuno che riesca ad apprezzare il suo canto.
    Il rumore del silenzio,
    nella nostra vita,
    lo incontriamo tutti,
    senza riconoscerlo:

    Il canto di un albero che cresce,
    il grido di un fiore che muore,
    il suono di un abbraccio,
    la melodia di un bacio.
    Vota la poesia: Commenta