Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Silvana Stremiz

Verrą la morte

Verrą la morte e mi coglierą di sorpresa.
Questa morte che mi accompagna
dalla mattina alla sera.
Si nasconde tra i miei vestiti, tra i miei
capelli.
Spunta come un'improvvisa macchia sulla
camicia.
S'incolla come una mollica sul palato.
O come un lieve brivido si sposta sulla
pelle.

Tu dormirai senza sospetto. Ma i tuoi seni
staranno spaventati nel buio.
Si sentiranno i passi sui gradini.
Il cigolķo della porta. Guarderanno
le ombre sulle finestre per tutta la notte.

Non avrņ finito neppure questi versi.
Vota la poesia: Commenta