Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Nadia Consani

Voltare le spalle all'orizzonte

Chiassose e allegre
come fanciulle al primo ballo
calde onde
arricciano la chioma
del mare di Gennaio,
compongono note
di un valzer senza fine,
a scuotere la noia
come il vento per le canne
di palude.
Tra coriandoli di luce
un volo
silenzioso
volge all'orizzonte
futuro di mete sconosciute
e sulla ghiaia
orme di passi incantati
lasciano il segno
di tangibile malinconia,
tornando indietro
come a voler dimenticare.
Composta martedì 3 gennaio 2012
Vota la poesia: Commenta