Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Monica Martinelli

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Marco Giannetti

ginocchia spezzate

Ginocchia rotonde di fanciulla
piegate ad angolo retto
si offrivano graziose
allo spettacolo vario del mondo.
Troppo fragili per sopportare
il peso della realta
vessate dall ostilità della vita
Non si adattano con facilita
eppure si muovono veloci, agili
come per sfuggire a qualcosa
che le insegue
Ma e solo apparenza
cio che le fa sembrare
vigorose e fonde,
mentre un carico troppo gravoso
forse le ha già spezzate.
Composta martedì 23 luglio 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marco Giannetti

    Fuochi d'artificio

    Lingue di fuoco colorate
    si spargono scintillanti in un attimo
    lanciate nel cielo frastuonano
    come granate
    per poi ricadere e dissolversi
    sulla terra
    il cielo fitto di fumo chiazza di grigio
    le poche stelle che velate appaiono
    Tutto rimbomba e scalpita
    poi d improvviso, dopo tanto frastuono,
    il mondo tace
    E come d'incanto l'aria si rarefa
    e si cheta fino a sentire
    solo il rumore dei battiti
    di me che non trovo pace
    nel tumultuare dei pensieri
    Solo tu, certo nstoro dei miei giorni,
    sei il dolce inganno della speranza riapparsa.
    Composta martedì 23 luglio 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marco Giannetti

      Ferragosto in città

      Una tornda e rovente notte di ferragosto
      che asciuga i pensieri e scioglie ogm livore
      si affaccia su una città sempre più vuota
      e si mostra su un'illusione sempre più piena,
      dove si respira aria rarefatta colma
      di silenziosa solitudine
      La atta pare assopita
      tutto e immoto,
      nessun rumore accompagna
      questo mio girovagare senza meta
      senza volonta per cambiare
      qualcosa di imponderabile
      inesorabilmente pronto a giungere,
      la cui presenza e palpabile
      da poterla quasi sfiorare.
      Composta martedì 23 luglio 2013
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Marco Giannetti

        Eclissi

        L'eclissi di luna,
        non ho ancora compreso se
        e la luna che si offusca
        o la terra che si nasconde
        dietro il sole,
        comunque e troppo brusca
        Una dorata rossità
        precipita mentre ci abbaglia
        nel cielo — in fuggevoli attimi —
        senza strida si stagha
        con la voracita goduta
        a coltivare notti di madreperla
        Un dolore improvviso disorientato, affonda nei polsi gravido di impotenza Speranze sobbalzano a nascondersi, nell'attesa si alzano
        per spargersi in eventualita che mai avverranno E tutto torna come prima
        senza lasciare traccia palpabile.
        Composta martedì 23 luglio 2013
        Vota la poesia: Commenta