Scritta da: Mir

Bianco sta

Sopra un mucchio di tegole
in un tiepido pomeriggio,
Bianco sta.
Guarda lontano, oltre il muro,
un cielo azzurro così azzurro
che ci puoi scrivere dentro,
ci puoi trovare baci arruffati,
ci puoi vedere un viso di bimba
che corre di sabato pomeriggio
su campi di grano intrecciati,
se ti sporgi dal muro ci vedi un balcone di viole,
un rossastro gattone che attraversa la strada,
e dopo, briciole di merendine, bambini.
Bianco si volta e guarda lontano,
arriccia la coda, un ragno fa capolino,
sente la brezza, la sera,
la luna è arruffata dentro quel cielo, è velata.
Sotto quel muro un po' di facciata
si sente un fischio,
un pallone che vola,
un treno che passa indistinto, lontano.
Si sente una voce dentro la casa,
si sente qualcuno che batte la porta.
Bianco ritorna.
Mirna Poli
Composta giovedì 10 settembre 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Mir

    La mia Estate

    Colori d'estate dentro una spiaggia,
    sapore di sole che batte sui sassi
    poi mare che bagna.
    Un sole raggiante, di bianco colore,
    rovente, che scalda nel cielo vermiglio,
    arancio e dorato, rubino infuocato,
    la spiaggia prende colore, la sabbia
    è affollata.
    Colori di gente che corre,
    bambini che giocano
    al sole nell'acqua che brilla,
    c'è il baracchino dei bomboloni,
    dolcetti e salatini, gelati al pistacchio,
    gianduia e stracciatella,
    l'estate è colore, pizzette
    con il pomodoro, anguria e melone.
    Colori dorati mentre arriva la sera,
    rosso cangiante all'orizzonte
    intinto nell'acqua salata,
    dentro la spiaggia un ballo di festa,
    s'intreccia la danza, arancio e poi giallo,
    un rosso biondo di fuoco che cambia,
    che gira nell'aria e riscalda.
    Mirna Poli
    Composta lunedì 9 marzo 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Mir

      Innamorato

      Dentro una luna che spia
      e arroventa
      sente il suo cuore triste e deluso
      innamorato di una chimera,
      rosso fantasma vivo nel cielo
      che si fa rosso, passione mai nata,
      solo brandelli di luce e poesia.
      Scendono lacrime fino alla coda
      e non si fermano dentro la notte,
      Amore fa un cielo arancio e dorato,
      bianca la luna splende divina
      e quella luce sembra sia un canto
      sempre più forte e disperato,
      canto d'amore scoppia e fracassa
      e poi si arruffa nel suo pensiero,
      è appassionato e sente davvero
      nel suo profondo e sopra la pelle
      brivido freddo, caldo, infuocato,
      innamorato.
      Mirna Poli
      Composta mercoledì 10 settembre 2008
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di