Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Michele Gentile

Poeta, nato martedì 4 gennaio 1972 a Ostia - Roma (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: bbenry

Pioveva a Roma

"Roma è una cosa a parte;
si spiega con un tramonto
e si capisce con una carezza".
Quante volte me l'hai detto.
Pioveva e me lo trovai scritto in fondo all'anima,
carne viva di un'incomprensibile mattino.
Non dovevi partire!
Le botticelle in fila per un turista
Il tramonto sulle spalle di un Santo.
L'inverno sta tornando
si dispera lungo il Tevere.
Crolla la sera al respiro della tua assenza,
sei lontano
mai straniero
come nido violato
un sorriso si è perso nel vento.
"Roma non ha pretese.
Non le importa del cielo
non teme le offese".
Mi fu detto ma pioveva ancora
e ancora voglio vivere la vita
come capriccio di bambini.
Solo conciamo queste righe sottopelle
solo sogno di ritrovarti presto
in piedi su quella strada o in pace
su quella panchina
da dove si vedeva casa.
Composta venerdì 26 febbraio 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: bbenry

    Arcangelo

    Chi brama l'orizzonte
    le anime, il cielo
    fugge il tuo nome.
    Fiero respiro
    del divino comando
    legge di spada.

    Terribilis est locus iste
    ombra di guerra
    Hic domus dei est
    non sarò io a tacere
    et porta coeli
    a spegnere la croce.

    La morte sorride
    soffoca l'indulgente attesa
    e china il capo
    dinanzi al tempo tuo,
    tempo senza stagioni
    senza pietà
    tempo di approdo.
    Composta martedì 29 settembre 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: bbenry

      Zona d'ombra

      Non soccombo a queste onde
      sereni giorni
      incantatori di saccenti.
      Crepita la frontiera
      crena maleodorante,
      tollerando il sonno
      del girasole
      armo il torace.
      Avanzo di un secolo
      folate di minuti
      a scandire il martirio,
      lascio che parli
      il mio sangue.
      Combatti per la tua libertà,
      vieni alla luce.
      Cadremo insieme
      tenendoci per cuore
      sbranati,
      cremisi steli ma
      fuori dalla zona d'ombra.
      Composta sabato 13 giugno 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: bbenry

        Felicità

        Da irriverenti sguardi derisa
        e chiassose istanze,
        non sorridi più.
        Maledici il giorno
        ad ogni rintocco di malinconia.
        Eppure
        all'eco di quelle perdute stagioni
        inaspettatamente sorgi,
        dal petto come acqua di fonte
        sgorghi.
        D'improvviso accenni passi di primavera
        ridicoli inchini
        m'inviti a danzare,
        per un momento
        sembri dimenticare.
        Ma, giunta la sera
        muta e sorda alla vita
        inciampi sui tuoi passi,
        imprechi alla luna
        indolente
        torni a morire.
        Composta martedì 18 ottobre 2016
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: bbenry

          RapSodico

          Senso unico
          senso di colpa
          senso di abbandono
          quando chiudi quella porta,
          nel bel mezzo d'una storia
          che finisce senza gloria
          mi ritrovo a riscoprire
          come odiare la memoria.

          Tempo andato
          tempo perso
          tempo di rancori senza senso,
          mentre lascio respirare questo verso
          realizzando che non c'è nulla di diverso
          nel trovarmi in questo mare
          ancora solo
          nel sapermi nuovamente
          ucciso in volo,
          sillabando goffamente
          un cielo azzurro
          andato in pezzi
          come l'eco di un sussurro.

          "Quindi?"

          Come stai
          come sto
          come e quando siamo stati
          già sfiniti e terminati
          ritornati e mai partiti
          per quel tempo andato a male
          con l'autunno da imparare
          di un inverno senza cuore
          e un domani...
          ... "così non vale!"
          Composta mercoledì 1 ottobre 2014
          Vota la poesia: Commenta