Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Michele Gentile

Poeta, nato martedì 4 gennaio 1972 a Ostia - Roma (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: bbenry

Incontro

Tra le fiamme di un vespro
nel vorticoso danzar di foglie spente
ti vidi.
Quando infine il furente mare
fagocitò il dì soave
ti pensai.
Forte, di amori tramontati e mai anelati
a disegnar il volto tuo tra stelle e luna
mi ritrovai.
Ora torno fin su alla rocca
all'ombra di bastioni in lotta
con un tempo avido di rovine
vittima predestinata d'ignara fiera.
Ti cerco vita mia
ti supplico...
spettro amabile
in un effluvio di limoni e pioggia
forse, d'invidiata Siris
fosti tu la più inclemente tra le dee.
Composta giovedì 18 luglio 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: bbenry

    Mare

    Lascia che asciughi
    le tue lacrime
    amato mio mare.
    Farai ritorno tra gli uomini
    dopo avermi mostrato
    come si scoprono nuove isole
    in questo deserto di nuvole.
    Il vento della sera
    ha smesso di chiamare
    in disparte invecchia
    una coltre di sole.
    Giudichino pure questi nostri affanni
    una semplice circostanza
    nessuno si accorgerà di un altro silenzio.
    Le terre temono la verità
    più di mille tempeste;
    confondono la stanchezza dei remi
    con l'eco di antiche accuse.
    Così termina l'insensato viaggio
    in attesa di un porto sincero,
    così s'apre il giusto sentiero
    verso abissi più cari.
    Riposerà la pioggia,
    distratto il faro
    resteremo insieme
    a guardare le stelle.
    Composta martedì 15 marzo 2016
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: bbenry

      Nel vento

      E giungesti a me
      come di brezze un capriccio,
      arrendevole sorriso
      quando ti donai una rosa.
      Rossa
      come i vespri
      come sangue...
      il cuore mio.
      Accettasti le mie promesse
      fremente di vita,
      all'ombra di un abbraccio
      le tue labbra si schiusero.
      Nel vento, ora
      come petali
      le tue carezze volan via
      e quella rosa
      rossa
      come i vespri
      come sangue
      a nessuna mai
      più donerò.
      Composta giovedì 18 luglio 2013
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: bbenry

        Mylae

        Taccio
        nel tempio degli occhi
        a te votati.
        Scorro nelle vene
        di un vento antico
        e sento
        e posso
        accudire in un brivido
        le ali del mattino.
        Mi coglie l'immensità
        così, planando
        sull'azzurro frinire.
        La possente rupe
        scruta gli orizzonti
        adagio
        sino a perdersi,
        a dissetare
        queste mie radici.
        Ho l'età del sogno;
        nel sole morente
        ripara il mare,
        profondo singulto
        della sperata ora,
        custode arcigno
        di tanto splendore.
        Mia Mylae
        regina,
        ai petali di un tramonto
        affido il tempo
        del bramato ritorno.
        Composta domenica 2 agosto 2015
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: bbenry

          Desideri

          Quando scongiuro il tuo respiro
          quando imploro le tue mani
          come esule,
          penosamente
          anela al ritorno
          tu non ti nascondere.
          Quando ti chiedo un tenero sguardo
          quando confido nel tuo abbraccio
          per sopire i miei tormenti
          non distrarti.
          Continua a cercarmi
          quando l'inverno
          appesantisce i passi,
          continua a chiamarmi
          quando il silenzio
          annichilisce i venti
          e quando, infine
          deciderai di perdermi
          tu, almeno
          dedicami un'attesa,
          l'incanto dell'ultima vista al faro
          prima del mare aperto.
          Composta lunedì 14 aprile 2014
          Vota la poesia: Commenta