Scritta da: Mena Lucia

Al limite

Mi sento come se dovessi fare qualcosa,
e non la faccio
per qualche idiota motivo
che non è nemmeno a mia conoscenza.
Mi sento come se avessi
il mondo tra le mani,
e il secondo dopo
sento di cadere
assieme al mondo.
Mi sento come se fossi
stanca e non lo sono
forse, anche se non dormo.
Mi sento come una che
vuole amare, ma amo, o non amo,
il fatto è lo stesso.
Mi sento come una a cui
manca la luce, e il minuto dopo
si accendono le candele.
Mi sento come un asso nelle
mani di un giocatore d'azzardo.
Tenuto tra le mani,
e non sfruttato perché
il giocatore si è rotto dell'azzardo e,
ad un tratto,
desidera di cambiar vita.
Mi sento triste, spaesata,
monotonamente aspetto qualcosa che non arriva.
Che non arriverà
finché la voglio così ardentemente.
Così mi sento, così mi sento.
Ora sono così...
Mi sento così
"Al limite".
Mena Lucia Martello
Composta mercoledì 7 maggio 2008
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Mena Lucia

    Io sono

    Io sono
    un brivido di freddo,
    una goccia di sudore,
    una scarica elettrica,
    un'alba da contemplare.

    Io sono
    un pericolo pubblico,
    un aiuto assoluto,
    un bisogno necessario.

    Io sono
    un nemico per tutti,
    io sono
    l'amica migliore tra tutte.

    Io sono
    la terra che calpesto,
    e il vento
    che mi muove i capelli,
    e il cielo
    che mi copre
    la testa.
    Mena Lucia Martello
    Composta martedì 12 agosto 2008
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Mena Lucia

      Se io potessi

      Amore, se io potessi trasformare
      una goccia d'acqua in una pozzanghera
      dove vedere specchiata la mia insicurezza...

      Amore, se io potessi ricavare da un rozzo
      pezzo di pietra la più bella statua
      che si sia mai vista al mondo...

      Amore, se io potessi cantare tutte
      tutte le emozioni degli uomini morti,
      nati, e che vivranno domani...

      Amore, se io potessi ammazzare tutto
      il male che esiste e rinunciare
      all'Onnipotente Dolore...

      Amore, se io potessi tramare contro
      le trame del destino, e assaggiare
      ancora una volta il sapore del rischio...

      Amore, se io potessi raccontare
      tutto ciò che sento descrivendo ogni brivido,
      e qualsiasi altro pugno allo stomaco...

      Amore, se io potessi arrivare a te
      in un istante solo, denunciando il tempo
      troppo lento, o che passa troppo velocemente...

      Amore, se io potessi celare ancora
      quel che sento dietro a un sorriso falso e
      a degli occhi che comunque parlano da soli...

      Amore, lo farei per te.
      E non potrei desiderare altro.
      Mena Lucia Martello
      Composta domenica 18 gennaio 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Mena Lucia

        Tu

        Tu
        immensa gioia.
        Tu
        immenso dolore.
        Tu
        sorriso amaro.
        Tu
        lacrima dolce.
        Tu
        notte splendente
        tu
        giorno buio.
        Tu
        pace sincera.
        Tu
        guerra del cuore.
        Tu
        luce cieca.
        Tu
        verde del mare.
        Tu
        silenzio assordante.
        Tu
        confusione muta.
        Tu
        campione di vita.
        Tu
        Anima.
        Tu
        vita...
        Mena Lucia Martello
        Composta venerdì 10 ottobre 2008
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di