Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Maurizio

La maiuscola illusione

LA MAIUSCOLA ILLUSIONE
... così minuscoli da essere illusi per tutto il tempo
di una vita...

Cos'altro?
OLTRE...
... La presenza delle cose più ovvie
... Le impronte di rughe e feste scalze in ogni forma di vita
... La storia per mostrarci ossa e fazzoletti bianchi
... La pioggia che ci sfiori asciutti
... Il sole che ci scaldi bagnati dal male di vivere
... E così spaesati e così paesani
... Meno chiese e più superfluo in caduta libera
... Una tromba che suoni alle praterie di muri in cemento
... All'amore quando è al punto di partenza
... Alla morte quando saremo suoi ospiti-

-EBBENE SI
MANGIO LA CULTURA E CADO NEL BUIO
PIÙ OSCURO DELLA MAGREZZA-

Cos'altro?
OLTRE...
... Morsi
... Morsi per nutrirsi di quel tenero sguardo di un cane
... Le cose che cambiano solo nelle tue soluzioni
... Ai miei occhi-
Nessuno ci insegue?
Allora inseguiamo il nostro sogno-
Cos'altro?
L'intuito e il caso sono più vicini di quanto tu creda
Non c'è più niente da dire o fare?
Allora perché rinasci al mattino e consumi lo specchio della tua età-

-EBBENE SI
MANGIO LA CULTURA E CADO NEL BUIO
PIÙ OSCURO DELLA MAGREZZA-

Non importa
Non tutto è perduto
Così come cambiano i minuti
Cambiano i pensieri
C'è un luogo che ci aspetta
Un rifugio dove studiare la maiuscola illusione
E morire...
D'inedito confronto-

OLTRE
... al poco
vi è un ALTRO di noi nuovo,
comunque.
Composta mercoledì 12 gennaio 2011
Vota la poesia: Commenta