Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Matilde Marcuzzo

Intanto io scrivo ....., nato giovedì 20 ottobre 1977 (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Matilde Marcuzzo

Sfuocati pensieri

Ti ricorderai di me
in una giornata senza ore
o mentre percorrerai mura
senza meta certa;
con gente.
Altra gente, non io.
Ti ricorderai di me,
mentre sognerai dal vetro
un cielo altissimo,
grigio o luminoso,
ma non il mio,
d'altra gente.
Ricorderai me e le brezze della sera,
mentre amavi la coltre di stelle.
Ti torneranno in mente
visioni lontane
di parole in cerchio.
Sentirai come un taglio nel sale
il bisogno di rivedermi
e allorché sembrerò un ricordo sfuocato
a me tornerai,
ai miei pensieri per dirmi ecco sono qui.
Composta lunedì 29 giugno 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Matilde Marcuzzo

    Sogno verde

    Carissimo,
    nel mio sogno verde,
    fra i voli di farfalle di cristallo
    su un fiotto di petali d'ombre e fuoco
    ho sentito un profumo d'estate
    come nella stagione del sempre,
    ho assaporato tutto il peso
    del sangue che si ritrova:
    nella foresta degli anni
    il sentiero di luce
    dove le parole
    son fili di seta
    su tremule perle.
    Composta martedì 16 febbraio 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Matilde Marcuzzo

      Perduta

      Sono accecanti e innumerevoli,
      assurdi forse,
      i perché del mio male;
      tristezza sottile e
      sposa intransigente
      della tempesta in cui navigo,
      non so come,
      quando,
      perduta,
      ma vorrei annegarti
      nei colori,
      di coriandoli e piume d'angeli,
      in corsa, di mani che si cercano,
      di scintille felici nei riflessi della mia fantasia incurabile;
      non so quando varcherò i limiti di questo solipsismo che mi opprime,
      ma la mia gara di passi mi vedrà ultima Penelope,
      cercare il senso, immaginario,
      fra le mura dei miei labirinti fragili e vermigli
      come i sentieri della pazzia.
      Composta nel novembre 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Matilde Marcuzzo

        Il primo battito

        Quando nella coltre di molecole
        il pianto echeggiò sul cielo
        e dipinse uccelli e tuoni,
        fui la tua nuvola.
        E parean i nostri respiri opachi
        il rintocco del tempo
        scolpito nel granito come una stele.
        Ma si frantumava già l'eterno
        e funesta osservavo il sereno far capolino
        che assieme ai raggi
        riportava il nido di un primo battito.
        Composta lunedì 1 febbraio 2010
        Vota la poesia: Commenta