Poesie di Massimiliano Moresco

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Il tuo viso

Il tuo viso
è un mare insopportabile
quando la lontananza è ritrovarsi
in una conchiglia, soli
in un nido di certezze.
Così non rapire il derma
della tua pelle di giunchiglia
parrebbe un insulto all'indecenza.

E la bocca senza baci
non è passibile di meraviglia
se un soffermarsi
dentro alla sincerità
delle tue pupille
non mi desse la volontà
di catturare scintille
d'Australia
e barriera corallina
che mi tendono al di là
d'ogni finestra
a perdere ciò che mi ritrae
verso il guscio.
Massimiliano Moresco
Composta martedì 21 luglio 2015
Vota la poesia: Commenta

    Himalaya

    Si arricciano atmosfere
    e dal polo al Nilo
    tutto
    ti sussurra i colori del cielo
    per la gabbia carminio
    dalla quale palpiti.

    Che vengano giù i lamponi
    allora
    con una cascata dall'estate
    che a raccoglierli
    si alzerà la brina,
    cosicché possa
    sistemare i fiati
    per suonarti
    la melodia di un mattino.

    Himalaya è il tuo albore
    ricordamelo
    quando sarò basso
    quando sarò un istinto
    quando diventerò un filo
    e ti annoderò il cuore.
    Massimiliano Moresco
    Composta mercoledì 3 giugno 2015
    Vota la poesia: Commenta

      Ingorghi

      Accoglievamo ingorghi
      e un vuoto di parole
      innescava mani.

      Ci annusavamo gli strati
      sciolti nei rintocchi
      dell'incedere dei bordi

      era dolce essere custodi
      dei frutti che maturavano
      negli imbocchi
      quando ci infliggevamo
      baci rapaci

      fino a quando un'onda più grande
      sfiniva quel frastuono di corpi

      e rimanevamo cuciti
      l'uno all'altra
      come se fino ad allora
      fossimo stati strappati.
      Massimiliano Moresco
      Composta domenica 13 settembre 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di