Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Marzia Ornofoli

Auguri mamma

Si fondo i ricordi,
sparsi nel tempo
dolce il tuo profumo
nell'abbraccio
che ancora oggi
mi avvolge.
Fragile e forte
tu sei,
e il tuo cuore
sa gioire
d'emozioni
nel cogliere
la bellezza di un fiore,
nel guardare
la danza di fate immaginarie
su petali di una rosa rossa.
Donarti altre mille
emozioni
in un abbraccio senza fine
e nell'augurarti
che ogni giorno
ci sia rinchiuso
l'emozione più bella.
Composta domenica 8 maggio 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marzia Ornofoli

    Sogni sospesi

    Sono scesa giù
    per scale fatte di giorni.
    Ho lasciato le strade conosciute
    per arrivare in cima alla montagna
    e da li ho guardato il tempo che passa
    lasciando sospesi sogni antichi
    senza raggiungere mai
    l'oblio che cerco
    senza posa.
    Viaggiando con la mente
    restando ferma
    ad ascoltare ogni lamento
    che sale dall'anima del mondo.
    Composta domenica 2 gennaio 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marzia Ornofoli

      Panchina

      Una foglia cade,
      seguita da mille sorelle,
      nel parco cade il silenzio,
      solo il fruscio di foglie
      spostate dal vento del tempo.
      La vecchia panchina malinconica,
      resta vuota ricordando echi lontani,
      nessuno più si siede su di lei,
      non più coppiette innamorate,
      non più nonni che osservano
      i giochi dei nipotini.
      Ora foglie secche si poso su di lei,
      malinconica la panchina,
      lascia andare pensieri,
      aspettando che la primavera torni.
      Composta giovedì 4 novembre 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Marzia Ornofoli

        Per te amica

        Ho catturato il tempo,
        ogni giorno lo lascerò andare,
        perché raccolga pensieri dolci,
        donarli a te voglio,
        ricamandoli con fili d'oro.
        Ho imbrigliato parole di amicizia,
        il fiore dell'amicizia con esse ho creato.
        Con ali di fantasia ho volato fino al cielo,
        con le nuvole ho creato un cuscino,
        ricamandolo di cuoricini
        e delicate margherite,
        perché i tuoi sogni più belli
        vi trovano rifugio.
        Ho scalato la montagna,
        fino al giardino pensile,
        creature alate ho incontrato,
        commosse dalla mia preghiera,
        mi han donato i petali di mille fiori,
        colorare il tuo sentiero.
        L'arcobaleno mi è servito,
        per creare la scala,
        che ti porterà alla porta della felicità,
        e quando tu busserai
        le fate del regno incantato
        ti diranno in coro
        buon compleanno Enza.
        Composta giovedì 4 novembre 2010
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Marzia Ornofoli

          Rosa a me preclusa

          Nuvole bianche si stagliano nel cielo,
          rosate dal sole al tramonto.
          Una rosa rossa è sbocciata,
          i suoi petali gocce di sangue
          del cuore innamorato,
          graffiato da piccole spine.
          Nel mio giardino è nata,
          fra rovi una rosa ma...
          ... ma a me la rosa è preclusa,
          la sua bellezza timida mi mostra,
          sfiorarla vorrei,
          sfuggente lei si nasconde.
          Parto e resto immobile,
          su il ponte della nave,
          la terra è lontana,
          il giardino, la rosa
          ormai nascosti dall'orizzonte,
          dove il cielo e il mare si fondo.
          La note cala e la luna,
          illumina il camino,
          ma la rosa a me preclusa,
          si staglia con i sui petali rossi
          contro alla pallida luna,
          il cuore palpita di dolore,
          e vaga senza meta sull'oceano
          chiamato amore.
          Composta giovedì 4 novembre 2010
          Vota la poesia: Commenta