Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Marta Emme

Il mare

Il mare si muove con ritmo dolce
e conciliante: le onde
si posan sulla sabbia
e il vento instancabile
altre ancora ne crea
che paion rincorrersi;
un blu immenso che
fermare non puoi. Ma
cavalcare per muovere
assieme o per rotte diverse
il tuo cammino deviare.

Il mare si agita con ritmo possente:
spuma rabbiosa scaglia
e abbatte l'ira del cielo
in luoghi che di tanta
irruenza patiscono.
Quell'energia cupa
imbrigliare non puoi
e inverosimile è
domarne con umana
arguzia la furia.

Il mare ha un ritmo riposante,
nelle sere dall'orizzonte
illuminate: di colore acceso
arrossire lo vedi lentamente
e di arancioni riflessi.
Le vele lo attraversano
e i gabbiani dall'alto
lo osservano, mentre
il pescatore i frutti
generosi attende.
E accende passioni
nel cuore di amanti che
vedono riflessi
l'un nell'altro sentimenti.

Il mare possiede il ritmo misterioso
della vita che in sé
custodisce e da sponda
a sponda unisce.
Ora sosti: odori essenze
di lontane terre oltre
il suo orizzonte e
comprendi dell'avventura necessità.
dal libro "Prosia" di Marta Emme
Vota la poesia: Commenta