Scritta da: Marise

Mamma

Mani tenere fra le mie
dolce rifugio
che rimembra il grembo,
ora, pelle fragile
degli anni che passano
e ossa malforme dal dolore
sei tu, bambina, che ti lasci guidare.
Davanti all'uscio
sempre più piccola
la tua mano saluta
e mi lascia andare
la nostalgia nei tuoi occhi
mi insegue
e incontra la mia.
Ho spento la luce
mi sono avvolta fra le lenzuola
che un dì hai ricamato
ho appoggiato la testa sul cuscino
che hai accarezzato
punto dopo punto,
e mi abbandono nei ricordi,
allora, le tue braccia
mi hanno stretta con dolcezza
e cullata con amore
oh mamma, che sei lontana!
Marise Gallo
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di