Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Catone appassito

Jý so' Galasso

Si pŔ 'na vota tanto 'a menta mia
avesse chillu stýmolo 'e poeta,
vurria scrývere, senza ipocrisia,
'e chesta vita mia fatta a cumeta.

M"a sciorta mia nun sente e nun s'addona
'e chesta voglia mia ca senza pace
ascianno va cercanno 'na perzona
ca nun Ŕ nata nÚ lloco ve giace.

E allora va! Nun tenŔ penziero:
'a sciorta Ŕ sciorta e 'a passione amara
- va pŔ la strata senza lu cucchiere. -

E vaco, vaco, ma nun trovo 'o passo;
nun trovo acqua, nun trovo cielo chiaro;
nun trovo vita e niente tene spasso.
Jý so' Galasso
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Catone appassito
    All'arte de lo scrývere
    me songo abbecenato;
    'nu poco aggio tentato
    e po' me so' arrennuto.

    Ma ancora po' m'he nato
    lo stýmolo saputo,
    e... aggio continuato...

    Ma c'aggio guadagnato?
    'Na n˛mmena appropriata:
    - P˛vero scunzulato...! -

    All'arte dello scrivere
    mi sono avvicinato,
    un poco ho tentato,
    poi mi sono arreso.

    Ma ancora poi mi Ŕ nata
    la smania
    ed ho continuato...

    A cosa mia ha portato tutto questo?
    Ad una nomina appropriata:
    "Povero sconsolato!"
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Catone appassito

      Uomo

      Non chinare la testa, Uomo;
      non chinarla.
      Quante volte sei caduto in ginocchio?
      Ma mai postrato!
      Sempre ti sei rialzato!
      Non chinare la testa, Uomo;
      non chinarla!

      Non chinare la testa, Uomo;
      non chinarla.
      Chi crede di averti vinto,
      non ha anima, Ŕ sconfitto;
      chi crede di averti piegato,
      dovrÓ ricredersi!
      Nel tuo sguardo, Uomo,
      non c'Ŕ luce di vittoria:
      c'Ŕ consapevolezza,
      c'Ŕ dignitÓ,
      c'Ŕ onore!
      Non chinare la testa, Uomo;
      non chinarla:
      alza lo sguardo,
      le avversitÓ si domano,
      si vincono.
      Alza la testa, Uomo, alzala!
      Sii fiero:
      non Ŕ da tutti essere Uomo!
      Composta mercoledý 24 marzo 2010
      Vota la poesia: Commenta