Scritta da: Marilena Aiello
Ho scritto una poesia per te e tu non lo sai
ho pregato per te e tu non lo sai
ti ho cercato sui fogli del mondo e tu non lo sai.
Ho aperto la finestra e l'ho detto sottovoce
con gli occhi persi nella luce nuova di primavera.
Un garofano, in una gabbia a forma di vaso, mi ha sentito
e al pettirosso lì in sosta l'ha raccontato.
Così piccolo, così ingenuo, lui al vento l'ha cantato.
Ad un gabbiano il motivo è piaciuto
e per miglia di mare l'ha fischiettato.
L'ha udito una volpe, un falco e un riccio
e per cento alberi è riecheggiato.
Di ramo in ramo, di fiore in cespuglio
di ape in picchio, di orso in marmotta
tutti a cantare un unico suono d'amore.
Non so chi sulla tua spalla s'è posato,
non posso indovinare quale canto hai udito,
so solo che il telefono ha squillato
e la tua voce, dopo anni, ho risentito.
Marilena Aiello
Composta venerdì 23 marzo 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marilena Aiello

    Rime quasi baciate, le labbra mai

    È un groviglio di emozioni
    è un ricamo di sensazioni
    c'è un vicolo buio
    c'è un campo aperto
    c'è una notte misteriosa
    c'è una festa colorata
    ci sono troppi pensieri
    ci sono pochi misteri
    c'è la promessa di una vita
    c'è una promessa non mantenuta
    un buco nero che inghiotte energia
    un sole che illumina la via
    un'attrazione irresistibile
    un amore incontenibile
    la paura di cadere
    la sicurezza di volare
    un abbraccio sommerso
    un abbraccio terso
    un malinconico sorriso
    il più luminoso viso
    antiche vie tortuose
    viali di splendide rose
    la settembrina aria saggia
    l'estiva allegria della spiaggia
    una vita quasi pacifica
    un'eterna avventura frenetica
    due come un mondo
    due per dare vita ad un mondo
    silenzio, musica e parole
    parole, risate, amore
    all'infinito potrei continuare
    i pro e contro a soppesare
    ma è la mente a ragionare
    ed il cuore a governare
    e finché non si saprà
    chi il duello vincerà
    l'anima mia vivrà
    ma pace, ahimè, non troverà.
    Marilena Aiello
    Composta giovedì 16 settembre 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di