Poesie di Mariella Buscemi

Psicologa/Autrice, nato domenica 3 gennaio 1982 a Enna (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Mariella Buscemi
I sogni fuori ed io chiusa nel cassetto.
La naftalina nel cuore per conservare le sue stoffe, ché quando i tessuti pregiati non si usano più, si sa, si logorano.
Sogni come feritoie,
incubi come mannaie,
mi ho a noia,
le abitudini resistenti come cuoio,
di questi irraggiungibili sogni, muoio.
Sogni criptici, un mondo onirico evanescente, condensato di immagini eidetiche, iperbole di slanci carpiati di desideri
misto-reale,
misto-ideale,
misto-paura.
Nel mio cassetto ci sono tarme che rodono e sgualciscono pelle e membrane sottili,
legno striato,
radica e noce,
sulla bocca il ciliegio,
sui capelli l'ebano.
L'anima scheggiata.
Mariella Buscemi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Mariella Buscemi
    Come rondini - innocenti - tradiamo il freddo, ci vestiamo d'impressioni di caldo e poi ritorniamo, ché passiamo da un'estate all'altra senza sole o brezza di mare, allungando le stagioni di mezzo, tra il pesco e le foglie secche.
    Risveglio.
    Aromi di marzo.
    Sono composta di giorni nascenti,
    tramonti ed albe tinteggiati di rosso cremisi
    sfumati da scie d'azzurro e tracce d'infinito all'orizzonte.
    Disegni di nuvole schiumose
    proiettati negli occhi di Donna.
    Proserpina rapita,
    scandisce i tempi di morte e vita.
    Eros e Thanatos,
    tra la tundra e le spighe,
    semi ed ortiche,
    tu, non tu,
    ci sei, non ci sei.
    Riaverti...
    Mi ritorni come primavera nel cuore,
    distesi nel letto d'un fiume,
    mi spelli come petali d'una margherita,
    - m'ama non m'ama -
    mi gusti nelle essenze,
    i giunchi flessi,
    le civette intimidite,
    Voli di gazze ladre,
    - ti rubo i sensi -
    suoni d'un vecchio pianoforte,
    - minuetto -
    le tue dita sui miei tasti neri,
    solfeggi irrequieti,
    cantilena senza posa
    di sospiri soffiati tra labbra e labbra.
    Profeta ed apostolo della mia rinascita.
    Mariella Buscemi
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di