Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Mariella Buscemi

Psicologa/Autrice, nato domenica 3 gennaio 1982 a Enna (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Mariella Buscemi
Guerriera senza armi.
Tormento nella tormenta.
- Solenne arcano -
Dissacrante, a tratti misti
- Mistici -
Pallore tremulo, patologico.
Foglie di alloro
ad ornarmi di false vittorie.
Ho il profilo fatto di corteccia.
Nessuna sorgente che mi abbeveri.
Solo sconcerto.
Solista al concerto di voci primitive.
Continuo incessantemente a parlarmi, ma ho i rami spezzati, dentro.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Mariella Buscemi
    Con pezzi di Antartide nel cuore.
    - Quando non ci sei -
    Scheggiarsi a scaglie,
    scucire le impunture lasche,
    imbastire punti per rattoppare
    _appena
    per non disgiungere la sottile membrana,
    stoffa morbida.
    Da questo glaciale cuore,
    a sinistra del tuo desiderio,
    giusto ad est delle tue voglie,
    ad inventarmi tragitti di carne
    sotto ai tuoi respiri che mi soffiano
    _addosso
    come il vento di settentrione
    e rabbrividisco
    sotto la neve di Norvegia
    che poi si squaglia
    come i tuoi umori liquidi
    sul mio corpo.
    Sei la mia parte di cielo a nord
    sciolto nel mio caldo
    dove t'insinui,
    attraverso il Pacifico
    per giungermi e fluirmi dentro.
    Disperdo i singhiozzi lungo le stagioni,
    durante le tue assenze,
    ciascun equinozio,
    qualche solstizio stolto.
    - Non ci sei -
    E ritorna il freddo.
    - Cuore artico -.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Mariella Buscemi
      Prevaricante come la non voglia sulla voglia.
      Amarti e distruggermi.
      Sbattere la testa sul tuo cuore come muro e tu che lo giri d'angolo, porgendomi lo spigolo.
      Prevaricante come l'indifferenza sul protendere.
      Mi regali briciole di niente e pilucco sul viale del nulla.
      Prevaricante come il rifiuto sulla brama.
      Sei un no che annichilisce ogni mio si.
      Prevaricante come l'alterazione sulla normalità.
      L'insania della dipendenza contro il freddo della tua anima.
      Prevaricante come il silenzio sulla parola.
      Ti dedico ogni poesia oltre oceano, contromano, contro vento
      e ruoti gli occhi come chi non vuol leggere.
      Atroce richiesta ed appello contro il tuo mondo stretto che non mi contiene.
      Prevaricante come la mosca su questo silenzio.
      Ronzio del mio cuore sulle macerie rimaste di case di cartapesta demolite.
      Prevaricante come te sui miei resti.
      Devastata, dentro, come una città dopo la guerra.
      Vota la poesia: Commenta