Scritta da: Bramante
Voglio amarti e attraversarti
vicino alla pelle l'anima
scomporti la trama dei respiri
e ricomporti come bruma
gli orli dei sorrisi sulle labbra

Salirti fino agli occhi
e discenderti nel cuore
tuffarmi nel tuo immenso
smarrirmi nei sogni e nei sussurri

Disarmarti la mente di follia
navigarti sulla pelle e ricamarti
sull'empireo seno tuo di marmo
gocce di cera calda come pioggia

Spegnere i rumori con il mare
lacrime di poesia ogni parola
è così che voglio amarti.
Mariana Nechita
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Bramante
    Voglio amarti adesso
    Prima che le luci spengano
    negli occhi la loro evanescenza
    Prima che l'inquieto fiume trasbordi
    e ammagli del tutto il cuore
    Prima che la pioggia tocchi la sabbia
    e sparisca come spariscono le urla nel deserto
    Prima che ogni lacrima abbia la sua croce.
    Voglio vedere il tuo respiro fermarsi
    Voglio dormirti dentro e sognarti
    Volare sulla tua immacolata pelle
    e sbottonarti l'ultimo pudore
    Fuggire dal mondo e dal suo rumore
    Prima che gli inverni senza luce
    gelino le labbra prima dei baci
    Prima che il vento trovi spifferi in cui fischiare
    e mi distragga dal frumento dei tuoi occhi
    che diventi pane ogni giorno per sfamarmi
    Prima che il mare copra le nostre impronte
    o un gabbiano si stacchi dal tramonto
    o che i gigli diventino vermigli.
    Mariana Nechita
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Bramante
      Se il dire dovesse sciogliere i grumi appesi al cuore
      se il guardare dovesse tracimare gli argini dello sperare
      se ascoltare vuol dire sperare di non trascinarsi a fondo
      se piangere insieme toglie le lame infilate nella gola
      non più illusioni né neve sulla pelle, soltanto luce
      ch'abbaglia e smunta il sangue lasciando passare il sole.
      Mariana Nechita
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di