Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Maria Lo Monaco

Scrittrice, nato lunedì 30 marzo 1959 a Roma (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Aquilablu59

Effimero

Viviamo di effimero,
del transitorio.
Il certo ci rende irrequieti,
ci illudiamo del sogno.
Scontenti del mondo che ci circonda,
ci rifuggiamo in quel sogno inquieto,
parafrasando, nella virtualità del virtuale.
Insoddisfatti della realtà di questa società,
di questa ipocondria dell'amore,
dove l'emozione, ha perso l'evoluzione.
E tutto si è ridotto solo al sesso.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Aquilablu59

    Realtà

    I miei pensieri, come sentieri,
    e nel percorrerli,
    li sento cuciti addosso,
    sulla mia pelle.
    Li indosso su di me.
    Mi scuotono dal quel tepore,
    in cui mi sono rifugiata
    nel timore di dover affrontare la realtà.
    E osservo ciò che mi circonda,
    mi sento avvolta in un onda impetuosa
    dove il vento selvaggio,
    solleva dal mare.
    È giunto il tempo,
    della serenità.
    Come una crisalide che prende forma,
    nella fenice che poi risorge.
    Guardo avanti, vivo la vita.
    Dammi la mano e andiamo avanti.
    Insieme è la realtà!
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Aquilablu59

      Essere

      Quella realtà che ci sfugge dalle mani,
      in cui a volte ci sentiamo stretti.
      Dove ci sembra di non provare più amore.
      E ci guardiamo intorno,
      per trovare qualcosa che non c'è,
      e crediamo in quel qualcosa che...
      che non esiste,
      che non ci soddisfa,
      che ci vuole diversi a tutti i costi
      diversi da quello che noi siamo,
      come la creta che si può plasmare,
      sentono e cercano di modificare,
      il nostro essere, in quello che non è.
      Io sono piena della mia essenza,
      è ciò che sono, è ciò che sento.
      E, gli altri vogliono e pretendono.
      In questo mondo dove nulla è,
      dove si vive di apparenza.
      Io non appaio, io sono,
      esisto e vivo,
      e non pretendo,
      di modificare ciò che è.
      E credo sempre,
      che ci può essere del vero e bello,
      nell'imperfezione,
      poiché, è il difetto che ci distingue,
      e ci rende unici nell'umanità.
      Vota la poesia: Commenta