Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Maria La Valle

Questo autore lo trovi anche in Diario.

Scritta da: Maria La Valle

Inevitabile addio

Piovono brandelli di ricordi recisi su questo
lungo viale lastricato di asfittici pensieri.
Claudicante, intorpidita la mia mente tesse gli ultimi fili
di una consunta trama a cui restano appesi
sogni oramai sgualciti.
Il tuo mellifluo volto, gli occhi di vetro,
è un simulacro di un'effimera visione che brucia
nell'anoressia dei sensi narcotizzati da apatiche,
insipide, logore parole.
E nell'iconoclastia di questo torrido giorno d'estate,
saturo di algida realtà, odo il ghigno beffardo del
tempo
crudele araldo di un inevitabile tramonto: era un sole pallido!
Ansima l'anima, bulimica ricerca di senso, urla il
sentimento
spezza le catene del tuo perfido giogo, danza dionisiaco tripudio,
trasuda brividi di passione, partorisce aborti di speranza,
respira inebriante profumo dell'abisso.
Forse l'attesa di un'altra
illusione?
Indifferente ti allontani senza far rumore, nell'ombra dubbiosa
e precaria della tua ipocrisia, pavido e confuso nel buio,
arido e avaro, ladro di emozioni e sensazioni,
alchimista d'inganni.
Mi lasci ceneri di sbiaditi abbracci, ma non una lacrima
per questo inevitabile addio.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Maria La Valle

    Inafferrabile brivido

    Scivola lento sulla mia pelle
    inafferrabile brivido, inestinguibile
    desiderio di te.
    È solo un graffio del tempo questa assenza
    se, avvolta dalle tue braccia, le tue mani
    mi cercano avide, voluttuosa la tua lingua
    di velluto s'insinua nei miei sentieri,
    solletica il mio piacere.
    Sei umore caldo nei miei abissi,
    battito del mio cuore, respiro della mia
    anima, sangue nelle mie vene.
    Composta lunedì 16 giugno 2014
    Vota la poesia: Commenta