Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: occhigialli

Mattino

Svegliarsi con il cinguettio dei passeri.
Dal sonno alla veglia
cullati da dolci note
scritte su un pentagramma che
si liberano nell'aria.
l'eco le trasporta, facendole
rimbalzare contro i muri delle case.
Alzare le pesanti palpebre,
lasciare il mondo dei sogni,
dove tutto è possibile,
rifugio dalla realtà.
La gioia nel cuore, negli occhi,
Un altro giorno,
un nuovo giorno,
dove speranze e certezze si accavallano
in un susseguirsi di avvenimenti.
Tutto cambia,
il nuovo diventa vecchio in un sospiro
e il vecchio diventa nuovo
e si rincomincia fino alla fine
dei giorni.
Composta martedì 14 luglio 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: gattosiamese

    Tristezza

    Sparire!
    Ho pensato molte volte di farla finita
    ma sono un vigliacco,
    e rimando.
    La mia è vigliaccheria o coraggio?
    me lo sono chiesto tante volte!
    Basta poco,
    per non esserci più,
    che cosa o chi mi tiene
    ancora in questa vita assurda
    fatta di nulla
    e di tutto,
    vuota e piena
    come un bicchiere d'acqua.
    Acqua fresca di fonte
    che disseta e appaga i sensi
    inariditi dall'attesa.
    Un'attesa senza fine
    che porterà al nulla,
    al deserto e alla solitudine.
    Siamo soli in mezzo a tante
    anime perse.
    Alla continua ricerca
    della felicità
    quella felicità che sembra
    volersi far prendere,
    ma che sfugge dalle mani
    che sguscia viscida
    come un serpente.
    E deridendoci se ne va.
    Composta giovedì 7 giugno 2012
    Vota la poesia: Commenta