Scritta da: matisse

Er cervello er core

Che t'avevo detto io
disse er cervello ar core
che ero io sortando a dà "struzioni"
ma tè c'hai fatto,
te sei infatuato
arrieccote là, sempre agitato
aridaglie che batti
batti impazzito
a voglia a richiamatte
stò rimbambito!
Rispose er core sempre più affranto
"Sò l'organo dell'ammore
non funziono a comando!"
Margherita Fantozzi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: matisse

    A mia madre

    Capelli canditi
    come neve
    incorniciano il volto stanco
    segnato dal tempo, dal dolore
    di chi ha atteso inutilmente.
    Ti resto a guardare
    sperando di nascondere
    i più contrastanti
    sentimenti
    pietà, amore e disperazione
    il mio cuore avverte con cordoglio
    che ti sei arresa
    al tuo destino che presto
    partirai per l'ultimo viaggio
    della tua vita.
    Vorrei gridare non mi lasciare,
    ma solo un'egoista ti chiederebbe
    ancora di continuare a soffrire.
    Vorrei che ti voltassi ora,
    per abbozzarmi
    un sorriso ed io
    capirò che in fondo
    non mi lascerai mai.
    Margherita Fantozzi
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: matisse

      Passione

      Ora è ridicolo pensare
      che la passione si era
      impadronita di me
      senza lasciare alcun spazio
      a ciò che ero veramente.
      Solo maturando, quando la mente
      s'illumina
      si può gettare un sguardo
      sul tempo passato
      e comprendere che, chi si perde
      di fronte a una falsa immagine
      è veramente perduto.
      Nessuna luce rischiara la via,
      si perde nel buio
      alla ricerca di ciò che non c'è.
      Dispeazione e dolore
      sono nostri compagni
      giorno per giorno
      si dissolve amaramente
      la nostra esistenza.
      Per fortuna ho capito
      e senza più illusione
      ricomincio a vivere.
      Margherita Fantozzi
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: matisse

        Trovare un amico

        Trovare un amico che sia un po' di te stesso
        per dirgli quelle cose
        che neppure al tuo animo
        hai coraggio di svelare
        trovare un amico che possa custodire
        i tuoi anni più belli
        che possa farti vincere le continue lotte
        col destino
        tenendoti per mano
        ti accompagni alle soglie della vita
        un amico che sappia starti vicino
        quando neppure ti accorgi di volerlo
        che dimentichi se stesso
        per riempire il tuo sguardo
        che possa con una carezza e un sorriso
        cancellare le ombre di un dolore
        non ancora assopito
        Credevo che trovare te fosse almeno
        una parte di questo.
        Margherita Fantozzi
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: matisse

          Ricordo di te

          Amico dolce e sfortunato
          sei dovuto partire
          all'improvviso, nemmeno tu sapevi
          di questo viaggio
          per te breve, per me senza fine.
          Aspettavo di svegliarmi da questo
          sogno assurdo
          ma tu non tornavi
          non sei ancora tornato
          non tornerai.
          Mi ricordo di te, l'amore non muore
          con l'uomo
          l'amore è forte e vive con lo spirito
          mi ricordo di te...
          Sei volato in una notte di festa
          con un sorriso
          che mai si è spento sul tuo viso
          ti sei infranto come un'onda
          contro lo scoglio
          nel profumo della primavera che nasceva
          nel tempo dell'allegria
          nei colori tenui
          hai preso per sempre sonno.
          Margherita Fantozzi
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di