Scritta da: Marco Teocoli

Araba Fenice

Per un attimo ho sperato di essere premiato,
fermo immobile con lo sguardo su di te ho aspettato.

Senza disagio penso che sei un'emozione,
sei più di un libro e di una bella canzone,
sei un tuono a ciel sereno,
sei un respiro a cuore pieno,
sei la grandine di primavera,
sei il sorriso che prima non c'era,
sei ciò che sei
sempre più nei pensieri miei.

Perdona la mia franchezza,
pensa se a dirtelo fosse una carezza
o lo sguardo libero sulla tua dolcezza.

Non aver paura di ciò che penso,
tanto è solo un pensiero dentro,
è ciò di cui mi nutro per vivere,
senza questo tutto sarebbe cenere.

Araba Fenice così io sarò.
Grazie a te io rinascerò.
Marco Teocoli
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marco Teocoli

    Natale come non mai

    Quest'anno non ci sarà la neve.
    Non ci sarà dove metter le cere.
    Neanche l'odor del dolce in forno.
    Non ci sarà il tacchino ed il contorno.

    Quest'anno ci saranno i dati,
    le stime e i valori meno grati.
    Ci saranno più poveri per le strade.
    Molta gente rimpiangerà l'estate.

    Quest'anno sarà come lo scorso anno.
    Tante promesse ai più indigenti,
    fiumi di parole per non cambiar niente.
    Chi ha parlato presto svuoterà la mente.

    Quest'anno,
    non aspettare il prossimo anno.
    Sveglia la tua dignità,
    non vivere di pietà.

    Quest'anno sii più ottimista che mai.
    Trascorri un Natale come non mai.
    Dimentica le notizie dei media.
    Spegni giornali tv e radio.

    Accendi il tuo cuore, porta calore,
    nella tua famiglia con amore.
    Accogli chi non ha tetto.
    Condividi con affetto.

    Il natale si vive in un gesto.
    Marco Teocoli
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marco Teocoli

      Natale

      Mai chiesto qualcosa a Babbo Natale,
      perché chiedere non era permesso.
      Oggi voglio chiederti per il Natale
      tutti i doni che non mi hai concesso.

      Portali presto a casa mia,
      è legittimo che tu me li dia.

      E per farti perdonare
      anche la slitta dovrai lasciare.

      Pure le renne a provenire,
      ai miei comandi dovranno ubbidire.

      Fammi volare, fammi viaggiare,
      con la slitta verso una soffitta,
      verso un camino sopra un bambino,
      i miei regali voglio donare.

      Il regalo per me ti chiederai cos'è!
      Ti rispondo presto al tuo quesito
      Mi basta sentire, quando sto per donare,
      il cuore sincero di ogni bimbo allegro.

      Per un Natale di tutti e per tutti.
      Marco Teocoli
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Marco Teocoli

        Blu brown

        Perdermi fra le lacrime di un clown
        Colorare il mondo di blu brown

        Toccare con l'anima il fondo
        spinto da un desiderio profondo

        L'esistenza che si aggrappa per non morire
        ad un filo che vorrei tanto spezzare

        È come vivere lo stesso incubo
        Una dieci cento mille volte
        Mai prossima alle svolte

        Questa vita blu come il cielo
        e tanto brown come la terra.

        Where is the green colour?
        Marco Teocoli
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Marco Teocoli

          Se potessi...

          Se potessi parlare con un fiore,
          chiederei da dove coglie il suo colore.
          Se potessi chiedere al mare di placare l'ira disastrosa,
          gli direi di moderare la sua forza impetuosa.
          Se potessi domandare di far vivere chi desidera vita,
          vorrei tutta la gente in festa in piazza gremita.
          Se potessi amare come l'amore ama,
          le mie parole sarebbero di un'altra era.
          Se potessi sperare di guardare i tuoi occhi, griderei al miracolo.
          Se poi ne avessi la certezza, aspetterei ogni istante l'oracolo.
          Marco Teocoli
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di