Scritta da: Marco Teocoli
Fermeresti la tempesta quando inizia
è più facile sedarla quando tace
mi hai svuotato l'anima con il sorriso
pazzo come un fulmine scatenato
scapperò da te finché fiato ci sarà
nella nebbia dei miei occhi tu sarai
lontana come il cielo quando piove
vorrei buttare dentro
nel mare un tuffo al cuore
con la poesia che muore
un giorno tutto mio
e dirti adesso addio.
Marco Teocoli
Composta giovedì 3 novembre 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marco Teocoli

    Volontario

    Non avevo mai sentito il suo nome
    ho avuto una strana sensazione,
    era li forte e bella
    con le braccia immerse nella terra,
    un forte grido la fece tremare
    era il pianto di un bambino
    in fretta le sue mani a cercare
    di corsa verso il tombino.
    acqua e fango a volontà
    il tempo non ha pietà.
    solo un attimo ancora
    ed il pianto vivrà perora,
    per un soffio strappato
    come uno zombi interrato.
    in un abbraccio a stringerti forte
    piangi e ridi ma non è morte.
    grazie al cuore di chi ti ha salvato
    il volontario verrà ricordato.
    Marco Teocoli
    Composta lunedì 31 ottobre 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marco Teocoli

      A gran voce

      Per la vita e per la pace.

      Siamo liberi di liberarci,
      siamo catene senza bracci.

      Siamo come le nuvole,
      oggi piove e domani favole.

      Siamo microbattericamente sterili,
      quando pensiamo e non agiamo.

      Tutto davanti a noi grida,
      chiede aiuto e ci sfida.

      Il mondo ci sta lasciando al nostro destino,
      quello che nessuno vuole scoprire da vicino

      e voi emerite teste di cazzo,
      pensate che io sia un pazzo,

      quando scrivo a chi potrebbe ascoltare
      l'urlo della pace indifferente a cambiare.

      Un mondo senza di noi
      sarebbe felice lo sai.

      Ma io non lascerò agli altri la mia scelta.
      Fatelo anche voi prima che tutto smetta.
      Marco Teocoli
      Composta mercoledì 21 luglio 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Marco Teocoli

        Cerco te

        Cerco la notte per ora
        cerco consigli ancora

        niente che arrivi alla mente
        niente che porti le giuste parole
        un brivido nel ricordo del niente
        un brivido che porti le nuvole

        cerco te nei miei sogni
        amo te e non mi senti

        adesso parole ignote
        le mie sono rese vuote
        dalla tua assenza
        è l'impotenza

        il mio orgoglio ti ha trasportata
        dove il sogno ti ha dimenticata
        in un corpo senza cuore
        in un luogo senza calore

        ascolto due note intonate
        leggo due righe baciate
        nei ricordi con te
        nulla c'è

        fammi espiare le mie colpe
        confido in questa notte
        che io possa trovare
        i consigli per migliorare

        di cercarti non smetterò
        così anche di amarti
        con te mi salverò
        non potrei mai abbandonarti.

        Sono ciò che i tuoi pensieri portano al cuore.
        Marco Teocoli
        Composta martedì 27 aprile 2010
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di