Scritta da: Marco Teocoli

Capelli bagnati

Torna l'emozione
che un giorno provai,
torna in azione
la vita che sognai.

Un gesto lontano
da un mondo vicino
che corre su un filo
ed unisce un destino.

Il senso è lo stesso
per provare più spesso,
quell'attimo di vento
colmo di sentimento.

Occhi veri
occhi sinceri
capelli bagnati
dal tempo asciugati.

Rincorro il giorno e la notte,
sposto le lancette di mezzanotte,
affretto il tempo che verrà
per vivere una realtà.

Pensami come la pulsazione
di un cuore in preda all'emozione,
che batte e ribatte gagliardo.
Quale destino beffardo!
Marco Teocoli
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marco Teocoli

    Sento che ci sei

    All'alba con la brezza
    ci sei con la tua tenerezza
    pronta a vivere un giorno,
    con le fatiche attorno,
    con il tuo amore materno,
    per un avvenire eterno.

    Entri piano piano
    nel cuore di ognuno.
    Navighi a bordo
    della tua bontà.

    Adesso mordo
    il tuo silenzio
    per poter gustare
    le tue parole vere.

    Immagini del tuo tempo
    affiorano in un momento
    di tristezza,
    con la consapevolezza
    che domani,
    nelle nostre mani
    ci sarà la speranza
    della vera essenza
    che inseguiamo,
    per dire "ti amo",
    ad un mondo grottesco,
    che di fiabesco
    ha solo la natura.

    Ma tu con la testa dura
    per la tua strada vai
    ed un giorno vedrai,
    i tuoi sogni
    realizzerai.
    Marco Teocoli
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marco Teocoli

      Biagio Antonacci, un uomo prima di tutto.

      Biagio Antonacci, un uomo prima di tutto.

      A volte commettiamo l'errore
      di non pensare con il cuore.

      Pensiamo che Bush sia il migliore,
      che a Berlusconi non manchi il potere,
      che il papa abbia solo il dovere
      di redimere e pregare,
      che Del Piero sappia ben giocare
      e che Antonacci debba cantare.

      Ci sfugge l'idea che
      sono uomini
      dediti
      a sacrificare,
      a cambiare,
      a migliorare,
      a far sognare
      altri uomini.

      Per i loro pregi
      ottengono vantaggi.

      Per i loro difetti
      riempiono le gazzette.

      Dovremmo pensare all'uomo
      che c'è in loro e non al duomo
      di pietra e roccia costruito
      in un luogo proibito.

      Pensare che il poeta, l'artista
      come Biagio metta in pista
      prima il cuore, per arrivare
      sul palco, a sudare
      gocce di eccitazione,
      disorientato dall'emozione.

      Pensare al momento
      in cui è alto il fermento
      e dare una pacca sulla spalla
      per conquistare la folla.

      Grazie Biagio Antonacci,
      col tuo cuore ci riempi di abbracci,
      per non essere intransigente
      con un pubblico esigente.
      Marco Teocoli
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di