Scritta da: Marco Teocoli

Un giorno importante

Ricordo i miei giorni importanti
quando giocavo con gli infanti,
erano i giorni di festa,
girotondo per girar la testa.

Uno sguardo insistente,
di una ragazza invadente,
giorni importanti del cuore
quando sbocciava il primo amore.

Amori dal niente,
giorno importante
nei giorni di scuola
per un bacio alla bella figliola,
vinte le scommesse
col banco di classe.

Giorno importante
Signori e signore attente,
fine dello studente
per un titolo a non far niente.

Fiori d'arancio ci siamo,
giorno importante arriviamo
davanti all'altare,
insieme a giurare
amore e fedeltà
e quel che sarà sarà.

Giorno importante
per due volte gestante,
forti sani e belli
i miei figli ribelli.

Un cuore malato
per l'amore negato,
giorno importante
nel mio mondo pesante.

Di quei giorni importanti
ricordo tutti gli istanti,
oggi un nuovo giorno
mi porta te intorno.

Giorno importante,
sapere delle tante
sfide combattute,
sofferte e vinte.

Vivi in me vivo in te,
giorno importante
da quando ci sei tu,
quello che conta di più
il mio amore per te.

Amore non come tanti
di quei giorni importanti,
amore dal mio cuore
prendi pure tutto l'amore,
dal mio fiato prendi
il respiro riprendi.

L'amore che sento
in questo momento
è leggero come il vento,
indossa le ali della libertà,
plana nella tua immensità,
percorre il sentiero
del tuo pensiero.
Amami come mai niente
di quel giorno importante
mi rende differente
ti amerò per sempre.
Marco Teocoli
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marco Teocoli

    Abbraccio di cuore

    Cari amici e amiche
    Da troppo tempo
    Lontano ma vicino
    Col cuore e con la mente.

    Il mio pensiero a chi
    Nel mio cuore a letto
    Ciò che non ho mai detto.

    Il mio pensiero a chi
    Mi ha fatto sperare
    Aperto le porte del cuore.

    Ed un mio pensiero
    A tutti voi che
    Ci siete anche
    Con parole
    Strofe, poesie
    Anima e cuore.

    Abbracciare
    con il cuore
    È donare amore.
    Marco Teocoli
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marco Teocoli

      Cuore in volo

      Cuore in volo
      che ti senti solo
      con l'incertezza
      del sorriso e della carezza,
      con il nodo da sciogliere
      libero di respirare
      con la voglia di amare.

      L'attesa di un sospiro
      cresce mentre cammino
      fra le vie che non sono mie.

      Luce penetrante
      come un sole abbagliante,
      squarci il buio dentro me
      col tuo sorriso tutto per me.

      Mano nella mano
      è tutto vero,
      con te sono sincero,
      scende il silenzio,
      fra me e te l'assenso.

      Non ci importa di chi,
      di come e di ciò
      che abbiamo detto e fatto,
      ma di adesso che viviamo
      ogni istante in un abbraccio
      stretto con il legaccio.

      Chi siamo noi
      che amiamo prima o poi
      e poi più di prima,
      riprendiamo ogni mattina.

      Tienimi con te,
      giorno e notte.
      Tienimi con te,
      amore fai di me
      un cuore in volo verso te.
      Marco Teocoli
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Marco Teocoli

        Me ne andai

        Io me ne andai per nascondere
        il mio pensiero per leggere
        le parole non dette dentro me
        confuso di scoprire che
        ogni mio respiro e parola
        indicasse una cosa sola
        non chiesi dove andavi
        per celare dove andavo
        ne ti dissi come stavi
        per capire come stavo
        il motivo per cui non c'ero
        lo sa il mio carattere nero.
        Noi che facemmo scrivere di noi,
        poi giorni pensando senza poi.
        Ferito il tuo dolore
        che dolore non passa mai.
        Ritrovato il tuo amore
        che amore viva assai.
        Se per poco ci fu,
        quell'attimo di più.
        Volare senza cadere
        con le ali dell'amore.
        Io pensai di non averti mai
        così lontana chiedimi semmai
        quel giorno meno di me
        trovai meglio di perdere te.
        Marco Teocoli
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Marco Teocoli

          Tu puoi, Dio!

          TU puoi, Dio!

          Adesso che piango
          vorrei un solo favore da Te.
          Vedi queste lacrime rare
          direi uniche,
          prendile come ultime.
          Io che di preghiere
          non faccio schiere.
          Sono qui
          per chiederti,
          togli ciò che oltre la vita
          mia non serve mica.
          Toglimi il pane e l'acqua.
          Toglimi il lusso e l'essenziale.
          In cambio di un soffio
          a quel male,
          spazzalo via
          e dona a lei ciò che
          le appartiene affinché
          venga da me.
          Marco Teocoli
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di