Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Marco Teocoli

Cuore romanzino

A volte penso di essere sbagliato
Altre volte dico di essere nel giusto
Molte volte sono criticato
Per credere nell'amore manifesto.
Non crescerò mai dicon tutti.
Se è questo il mondo degli altri
Voglio restare con gli occhi da bambino
Con il cuore romanzino
Datemi pure del cretino
Ciò che ho nel cuore è ben altro
Di ciò che pensa chi non fa altro
Che mal giudicare e ferire.

A volte penso di essere sbagliato
Perché vorrei un cuore rinnovato
Lo vorrei duro e spietato
Piccolo piccolo e pietrificato
Ruvido e scontroso
E chissà se il risultato
fosse il vivere agiato.

Eh si a volte penso di essere sbagliato
Per paura di essere mal giudicato
Cambierei il mio cuore
Con uno meno malato
Ma non sarei me stesso... che peccato.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marco Teocoli

    Un attimo per amare

    Un attimo è solo un attimo
    Seduto ad ascoltare il tempo
    Mentre governo il mondo
    Gestisco la vita intensa
    Mi muovo con frequenza
    Un attimo per vivere

    Stop, basta, alt
    Tutto si ferma
    Il sole si spegne
    Il vento non si sente
    La musica è svanita
    Non sento più le dita
    Un attimo per pensare

    Un attimo è solo un attimo

    Fotogrammi tanti fotogrammi
    Veloci ma incisi
    Proiettano i momenti lieti
    Ricordano i sentimenti
    Di una vita ormai sospesa
    Un grazie alle persone care
    Un addio a ciò che sono stato
    Un abbandono nel silenzio
    Un attimo per morire

    Un attimo è solo un attimo

    Black out, buio bianco
    Il bianco avvolge i pensieri
    Spazi candidi senza vita
    Silenzi mai ascoltati
    Libertà mai vissuta
    Un attimo per sperare

    Un attimo è solo un attimo

    Esserci ancora può deludere
    Chi si aspetta di cambiare
    Dopo aver capito
    Che la vita è un attimo
    Un attimo per amare.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marco Teocoli

      Stella di notte

      Stella di notte

      tu dietro il microfono
      di un telefono
      dici che ami,
      fra le tue mani
      un sogno lontano
      senti la vita scorre via
      io so che sei la mia
      stella di notte buia.
      Come il buio dentro me
      da quel momento che non c'è
      un cielo con una stella brillare,
      un cuore che sento rombare,
      un fiato che mi fa respirare,
      non c'è luce per me.
      Amarti è l'infinito che
      non avrà fine per te e per me.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Marco Teocoli

        Perdere l'amore

        Mi hai preso di petto
        come un vento dirimpetto.
        Aria calda mille gradi
        per il mio cuore a zero gradi,
        tu sei stata per me.

        Amore affascinante,
        forza possente
        di un cuore stravolgente.
        Per te mando tutto a monte.
        Per te vivo solo per te.

        Vita della vita mia,
        mi hai dato la scia
        da inseguire
        per non morire
        con te, fino a venire
        meno alle promesse
        che, son sempre le stesse.

        Ti amo oltre ogni limite
        con il mio carattere mite.
        Mi sfuggi per rincorrere
        chissà quale amore.
        Il giusto da fare
        è ciò che ami fare.

        Il mio amore è noto,
        per soffrire dentro,
        per i silenzi che mi do
        in un respiro senza fiato.
        So di aver sbagliato,
        ma questo sono io,
        per quanto sono vero io.

        A te che ami me.
        A te che amo più di me.
        Vivi liberamente
        l'amore che hai in mente.
        Ama finché puoi,
        feriscimi se vuoi.

        Sono io quello sbagliato
        saprai ciò dal mio lato.
        Quel che conta è deciso,
        vai avanti col sorriso
        sulle labbra e l'amore
        nell'immenso tuo cuore.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Marco Teocoli

          Il Legaccio

          Sono appeso
          con i polsi legati
          penzolante dal cielo.
          Alzo gli occhi, ti vedo
          nuvola fugace.

          Il dolore mi stringe,
          mi spreme come spugna
          fino a perdere l'ultima
          goccia di speranza.

          Denudato dai vestiti.
          Sempre lì appeso,
          un'anima senza peso,
          triste e angosciato,
          inerme e spossato.

          Avere voglia di rispondere
          al tuo appello, ma il mio volere
          è ostacolato da un legaccio.
          Intanto passo la mia vita al setaccio.

          Ricordo i ricordi da ricordare,
          la pioggia ed il mare,
          il raggio di sole,
          il tuo splendore,
          le risate spensierate,
          tante parole desiderate.
          Starei ore a pensare
          la veemenza del tuo amore.

          Mentre io impossibilitato
          in quanto ai polsi legato
          e col cuore imbavagliato.
          Tu delle mie poesie
          ne hai colto il senso,
          dandomene consenso.
          Numero e indirizzo
          hai cancellato.

          L'istante non hai aspettato
          fino a quando mi sarei liberato
          anche un solo ciglio.

          Avrei avuto l'appiglio,
          lasciar andare quella lacrima che
          giungesse fino a te,
          come unico mio messaggio
          del mio amore al legaccio.
          Io ti avrei tartassato.
          Dopo avere aspettato,
          sarei corso senza fiato.
          Il mondo avrei rovesciato.
          Sarei salito sulla luna
          per guardare più di una
          città dove trovare
          ciò che mi ha fatto sperare.

          Questo sono io
          E per te mi inventerei
          come un Dio.
          Vota la poesia: Commenta